IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Savona si vola: tre record giovanili al meeting, Tortu sempre più star foto

Un anno dopo Filippo Tortu si migliora ancora; insieme a lui segnano prestazioni da non dimenticare anche Elisa Di Lazzaro e Alessandra Iezzi

Savona. Il meeting Città di Savona continua a sfornare record giovanili; se l’hanno scorso era toccato allo juniores Filippo Tortu sui 100 metri, quest’anno la star giovanile del raduno organizzato dal Cus Savona si è ulteriormemte migliorata, con una prestazione davvero eccezionle. Al suo fianco Elisa Maria Di Lazzaro, che ora detiene il nuovo record juniores sui 100 metri ostacoli. Con lei entra negli annali anche Alessandra Iezzi, che sugli 80 metri ha eguagliato il record nazionale cadette di Dalia Kaddari.

Filippo Tortu, già campione italiano assoluto, in batteria aveva conquistato il nuovo record della pista, fermando il cronometro a 10”21, vicinissimo al suo record nazionale juniores. Un inizio di giornata straordinario, allora, che prometteva bene, anche grazie a un vento leggermente a favore, ma entro i limiti. Che di lì a due ore si sarebbe vista la sesta più veloce prestazione della storia dell’atletica italiana, però, non era chiaro a tutti. Invece Tortu si è ancora migliorato: nella finale ha sfruttato il lanciato per una splendida rimonta e si è imposto con un 10”15 che gli vale il sorpasso a un mostro sacro come Tilli, oltre al record juniores. Per lui ci si avvicina al minimo per i campionati mondiali di Londra, ma il vero bersaglio è il 10”01 di Pietro Mennea, insieme al muro dei dieci secondi, mai superato fino a oggi da un atleta azzurro.

La Di Lazzaro, classe 1998, corre per il Cus Parma: con il suo 13”24 ha abbattuto il record di Manuela Bosco, che risaliva addirittura al 2000, superandolo di ben 5 centesimi. Anche lei è un talento da seguire, nella corsa verso il mondiale di Londra.

Alessandra Iezzi corre per l’Atletica Estrada: classe 2002, ha coperto la distanza veloce della categoria in 9”77, eguagliando così la prestazione della Kaddari e trovando un posto nella storia dell’atletica italiana. Nella stessa corsa da segnalare la prestazione di Aurora Greppi del Cus Savona, che con 10”18 ha siglato la seconda miglior prestazione all time ligure.

Da segnalare anche il personale di Audrey Alloh, che sui 100 metri ha fermato il tempo a 11”37, ottava all time tra le azzurre.

La pista di Savona si conferma così velocissima: l’azzurro della Mondo porta prestazioni al di là di quanto augurato e spinge sempre più atleti di fama a prendere parte a questo meeting. Il doppio rettilineo omologato della pista savonese, poi, aiuta parecchio le prestazioni: gli atleti hanno così potuto correre sfruttando la spinta della brezza marina, spingendosi un poco oltre i loro limiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.