In scena

Savona, i Coribanti del liceo Chiabrera debuttano con “Le Supplici di Eschilo”

Un'antica tragedia greca che mostra come dalla tradizione classica ci vengano ancora parole e motivi di grande attualità

Savona. I Coribanti del Liceo Chiabrera tornano sulla scena con “Le Supplici di Eschilo” che verrà rappresentata in prima al Teatro Chiabrera di Savona domani (sabato 13 maggio) alle ore 21.

“L’adattamento della più antica tragedia greca, per la regia di Simonetta Guarino, mostra come dalla tradizione classica ci vengano ancora parole e motivi di grande attualità. La vicenda delle cinquanta figlie di Danao, profughe accolte dalla sponda africana nel recinto sacro di Argo per la legge sacra del diritto di asilo e quindi ammesse nelle mura della città dal voto dell’assemblea dei cittadini venne portata sulla scena circa venticinque secoli fa. Ma ancora oggi ci parla di chi è costretto a fuggire dal proprio paese, di democrazia e accoglienza, del rifiuto della violenza e delle consuetudini che opprimono le donne. Temi con cui ancora ai giorni nostri la società occidentale, nata dalla civiltà greca, deve drammaticamente confrontarsi” spiegano dal gruppo teatrale del Liceo Chiabrera.

Quattro giorni dopo Savona, i Coribanti porteranno Le Supplici al Teatro Greco di Palazzolo Acreide, nell’ambito del XXII Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani, quindi a Varazze giovedì 15 giugno e a infine a Spotorno il 2 luglio.

Al cast dei giovani attori come ogni anno si affiancano numerosi tecnici per la realizzazione delle scene, dei costumi e per la gestione organizzativa dello spettacolo. Responsabile del laboratorio scene e costumi è Claudia Callandrone coadiuvata da Simonetta Tortarolo.

L’organizzazione generale è gestita da Stefano Boagno con la collaborazione di Umberto Defacis. Il Direttore di Scena è Annalisa Sabatino e il Direttore Tecnico è Angelo Mirasolo. Responsabile del Progetto Theatron invece è il professore Pier Luigi Ferro.

Foto delle prove dello spettacolo dal profilo Facebook de I Coribanti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.