IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, siglata la convenzione con le associazioni e federazioni di donatori di sangue

Toti: “Attività da valorizzare, motivo di orgoglio per la Liguria”. Viale: “Donare sangue è gesto di generosità e civiltà”

Regione. È stata siglata oggi, alla presenza del governatore Giovanni Toti, la convenzione tra Regione Liguria, rappresentata da Alisa, e le associazioni e federazioni di donatori di sangue (Avis, Fidas e il Consorzio delle Associazioni Donatori di Sangue Genova e Liguria) che garantiscono ogni anno circa 40 mila donazioni, il 50 per cento delle donazioni complessive. L’accordo prevede un contributo da parte di Regione Liguria di circa 3 milioni e 500mila euro l’anno quale rimborso spese per le attività di gestione associativa e di raccolta sul territorio.

“Ritengo che la firma di oggi – afferma il presidente Giovanni Toti – costituisca un ulteriore punto di partenza per intraprendere nuove iniziative congiunte in futuro. Regione Liguria è al vostro fianco per sostenere le vostre attività che vanno valorizzate e riconosciute, essendo motivo di orgoglio per la nostra regione”.

“In Liguria – spiega Sonia Viale, vicepresidente della Regione e assessore alla sanità –abbiamo circa 40mila donatori: chi dona il sangue compie un gesto di grande civiltà e generosità, che può aiutare a salvare delle vite. In questo documento, attraverso un confronto costante e costruttivo, sono state accolte le istanze delle associazioni per il miglioramento di un servizio importante. La loro attività, realizzata anche attraverso campagne di sensibilizzazione sul tema della donazione, è fondamentale per il buon funzionamento del servizio sanitario, non solo per far fronte alle normali attività, come ad esempio gli interventi chirurgici, ma anche nei casi di carenza di sangue o di specifiche emergenze”.

“Ricordo, in particolare, il terremoto che ha colpito il centro Italia meno di un anno fa: in un solo giorno quasi 600 cittadini avevano risposto all’appello della Regione Liguria per sostenere le popolazioni colpite del sisma. Lo sforzo comune è volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della donazione, rendendo omogeneo e costante l’impegno dei cittadini durante tutto l’arco dell’anno: è importante sottolinearlo, a pochi giorni dalla Giornata mondiale del donatore, il 14 giugno”.

Secondo i dati del centro regionale sangue Liguria, ogni anno durante i mesi estivi si registra un calo delle donazioni di circa il 10 per cento a fronte di un aumento della richiesta pari all’8%. Per questo sono fondamentali le iniziative sostenute da Regione Liguria: tra queste, il progetto “donatore 2.0”, articolato in diversi momenti di formazione e informazione, per passare dalla donazione effettuata sull’onda dell’emotività a una vera cultura della donazione, costante nel tempo, così da evitare le periodiche criticità nelle riserve di sangue. Nei primi tre mesi 2017 si è registrato un aumento delle donazioni di circa il 5 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il costo del “sistema sangue” corrisponde a circa il 2 per cento della spesa sanitaria: in Liguria ammonta a circa 60 milioni di euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.