La festa continua

Pietra Ligure ricevuto in Comune, Mario Pisano: “La ricetta vincente? L’unità di intenti da parte di tutti” fotogallery

Squadra confermata in blocco: "Se non arriveranno Kroos e Suarez, vanno benissimo i giocatori che abbiamo"

Pietra Ligure. Proseguono i festeggiamenti per il Pietra Ligure, che per la prima volta nella sua storia ha centrato la promozione in Eccellenza, la quinta serie italiana del calcio.

Nel pomeriggio odierno la squadra biancoceleste è stata ricevuta dall’amministrazione comunale, che ha consegnato al presidente Antonino Micalizzi un attestato di benemerenza. La formazione è arrivata in piazza Gollo, festante, a bordo del trenino turistico, addobbato con bandiere bianche e celesti.

Un risultato eccezionale, così come il risultato ottenuto è l’Eccellenza – dichiara il sindaco Dario Valeriani -. Noi siamo veramente orgogliosi di questa società che ha ottenuto questo risultato. Mi sembrava doveroso accoglierli nella sala consiliare per dare loro il benvenuto e il ringraziamento per questo ottimo risultato”.

Due anni fa, nel 2014/15, il Pietra Ligure vinse la Prima Categoria e Valeriani era appena stato eletto. “Da questo punto di vista io ne sono ancora più orgoglioso, perché ho vissuto due promozioni – sottolinea – e punto alla terza: magari se il prossimo anno si raggiungesse un risultato ancora più alto sarebbe il massimo. Comunque è un risultato storico e quindi per Pietra Ligure importantissimo. Oggi questo ricevimento nella sala consiliare con l’amministrazione dà questo senso: il ringraziamento al presidente, alla società, a tutto lo staff, a tutto il team e all’allenatore, a tutti i ragazzi che hanno portato il nome di Pietra Ligure così in alto“.

A differenza di quanto accadeva anni fa, i Comuni non hanno più i mezzi per sostenere le società sportive. “Sul piano economico i Comuni sono quelli che vertono nella situazione peggiore – ricorda il sindaco -. Vedremo quello che si potrà fare; certo non ci tireremo indietro perché sinceramente credo che ne valga la pena. Vedremo tutti insieme, ci siederemo intorno a un tavolo per poter capire di cosa si ha bisogno”.

Da settembre il “De Vincenzi”, quindi, ospiterà la maggiore categoria regionale. “Dal punto di vista degli impianti sportivi credo che Pietra Ligure sia all’onor del mondo – sottolinea Valeriani -. L’amministrazione precedente ha lavorato in un modo ottimale. Vedremo quello che ci sarà da migliorare, quali potranno essere le attività da poter risolvere. Vedremo insieme e cercheremo di fare in collaborazione quello che è necessario”.

Nel 1994/95 il Pietra Ligure sfiorò la promozione in Eccellenza, perdendo, il 21 maggio ad Albissola, ai calci di rigore per 8-7, lo spareggio con la Sampierdarenese. “Questo sogno è durato questi trent’anni – dice il presidente Antonino Micalizzi -. Speriamo che arrivi un’altra promozione a breve in modo da poter far parlare bene di Pietra Ligure, non solo come calcio ma anche come città, perché è un paese che merita, turistico a tutti gli effetti. Siamo attrezzati per ospitare tutte le persone che vogliono venirci”.

Un applauso a tutti, mister e giocatori soprattutto – prosegue -. Sono loro che alla fine vanno in campo e vincono. Noi siamo dei tifosi che guardiamo la partita; aspettiamo la settimana, ci divertiamo a preparare la partita ma poi in campo ci vanno loro”.

Il presidente annuncia l’allestimento di una squadra competitiva anche per l’Eccellenza: “Non si può salire di categoria e poi arrendersi elemosinando i punti. Noi vogliamo fare bella figura. Il mister e tutti i giocatori resteranno; troveremo solamente qualche rinforzo. Lo sforzo economico c’è: senza l’aiuto dei commercianti non andremmo da nessuna parte, ma loro capiscono che qualunque cosa si fa, noi facciamo parlare bene di Pietra Ligure. Dunque se ci verranno incontro non sarebbe male”.

Mario Pisano ammette che ad inizio stagione non si sarebbe mai immaginato di vincere il campionato. “Eravamo sicuri e convinti del nostro lavoro – afferma – però per un risultato così pensavo che ci fossero squadre più attrezzate davanti a noi, come Cairese, Taggia e il Campomorone stesso che è una buona squadra che lavora sulla continuità, lo stesso Legino. Ci ritenevamo alla pari di altre tre o quattro squadre. Sinceramente non ce lo potevamo aspettare“.

La ricetta vincente è stata l’unità di intenti da parte di tutti – spiega il mister – e per la prima volta sia da allenatore che da giocatore mi capita di condurre una squadra e lavorare per una società dove, in tutto l’anno, indipendentemente dai risultati non c’è mai stato mezzo problema. Chi non era in grado e non aveva i requisiti tecnici e soprattutto morali di stare all’interno di questo gruppo si è praticamente eliminato da solo; per il resto tutti i ragazzi hanno dato il loro contributo. Le ricette vincenti sono state l’unità di intenti e la voglia da parte di tutti“.

Da domenica si penserà alla prossima stagione. “Ci dobbiamo incontrare con la società – dice Pisano -, speriamo di stare ancora altri anni insieme perché qua, indipendentemente dal risultato, mi sono trovato benissimo e ho apprezzato l’anno di fiducia che ha avuto la società nei miei confronti prima della partita col Bragno di venirmi a parlare anche per l’anno prossimo. Promesse non ne facciamo, sicuramente cercheremo di ottenere una salvezza e un mantenimento della categoria“.

Il salto di categoria si farà sentire, ma l’allenatore è consapevole di avere già a disposizione un gruppo di valore su cui pensare. “Stiamo valutando Kroos dal Real Madrid e anche la posizione di Suarez del Barcellona che potrebbe essere un buon compagno di reparto con Zunino e ci permetterebbe di allargare Battuello – scherza Pisano -. Se non dovessero arrivare questi giocatori qua potremmo rimanere quelli che siamo che vanno benissimo“.

Il Pietra Ligure tornerà in campo domani, sabato 6 maggio, alle ore 18,15, per l’ultimo impegno stagionale. Al “Faraggiana” di Albissola affronterà la vincitrice del girone B, il Molassana Boero, per il titolo di campione regionale di Promozione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.