Eventi culturali

Millesimo, nuova sala dedicata ai più piccoli nella biblioteca comunale che festeggia i suoi 40 anni

In programma iniziative collaterali come l'avvio del bookcrossing con la collaborazione degli alunni

biblioteca libri
Foto d'archivio

Millesimo. Tutto pronto per l’apertura della sala dedicata ai piccoli lettori all’interno dei locali della biblioteca comunale. Lo spazio, dedicato ai bambini da 0 a 8 anni, sarà inaugurato martedì 30 maggio alle ore 11 alla presenza del direttore scientifico della Biblioteca Internazionale per ragazzi “E. De Amicis” di Genova, Francesco Langella, e della vicepresidente della Fondazione De Mari, finanziatrice del progetto, Lorenza Dellepiane. L’inaugurazione aperta al pubblico si terrà in sala consiliare e vedrà a contorno una serie di laboratori organizzati in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Lele Luzzati.

La giornata inaugurale sarà preceduta da una serata dal titolo “La lettura ti fa grande” a cura del Presidio del Libro di Millesimo dove genitori e bambini, guidati da Francesco Langella, scopriranno la magia della lettura. L’incontro vedrà la partecipazione degli allievi e degli insegnanti della scuola di musica della banda “Antonio Pizzorno”.

“Il nostro obiettivo – spiega l’assessore alla cultura, Andrea Manconi – è quello di avvicinare sin da subito i bambini alla lettura, strumento di conoscenza, e scoprire nella biblioteca comunale uno spazio utile per coltivare questa passione”.

Le iniziative per i 40 anni dalla nascita della biblioteca continueranno nei giorni successivi attraverso l’avvio e la promozione del progetto di bookcrossing “LIBeRI”. Verranno “liberati” in spazi pubblici e in alcune attività commerciali aderenti al Civ una serie di testi invitando i passanti a lasciare un libro che non leggono più per portarne a casa uno nuovo messo a disposizione gratuitamente. L’originalità del bookcrossing è quella che, all’interno di ogni libro, si troverà una cartolina scritta e/o disegnata da tutti i bambini del plesso dell’Istituto di Millesimo, che rappresenterà un desiderio, un’emozione, un pensiero del bambino che l’ha realizzata e firmata.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.