IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Malore al termine di un allenamento: sospetta emorragia cerebrale per Sedik Boufrakech

Operato d'urgenza, si trova all'ospedale di Padova

Cairo Montenotte. Attimi di paura, ieri mattina, a Piove di Sacco, in provincia di Padova, durante un allenamento di pugilato, nel quale Sedik Boufrakech, cairese di origine marocchina, tesserato per la Val Bormida Boxe Academy del tecnico Roberto Cirelli, stava facendo da sparring partner al campione italiano Luca Rigoldi.

Al termine della seduta di allenamento, poco prima di mezzogiorno, Sedik ha avvertito un forte mal di testa. I tecnici della società locale, la Boxe Piovese, capendo che non si trattava di un banale calo di zuccheri, hanno immediatamente chiamato i soccorsi.

Il 26enne pugile cairese è stato condotto in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Padova. Qui ha subito un intervento chirurgico d’urgenza per una sospetta emorragia cerebrale. L’operazione è riuscita, ma il quadro clinico completo non è ancora stato reso noto. La prognosi è riservata.

Boufrakech, la scorsa settimana, aveva combattuto e vinto ad Udine contro Michele Broili. Poi si era recato a Piove di Sacco per allenarsi con Luca Rigoldi, il quale sta preparando un importante match, in programma sabato prossimo. Dopo una settimana di allenamenti, Sedik avrebbe dovuto fare rientro a casa proprio ieri.

Il pugile cairese, categoria kg 60 Élite, vanta un palmarés ricco di successi ed ha combattuto anche con la divisa della nazionale italiana. Ora tutto il mondo del pugilato, insieme a tutti i suoi amici e conoscenti, segue con apprensione questa sua battaglia, nella speranza che da Padova giungano notizie positive.

Nella foto: Sedik in compagnia di Luca Rigoldi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.