Toirano, al museo etnografico una mostra fotografica ed un'esposizione di ricamo fiorito - IVG.it
Ventennale

Toirano, al museo etnografico una mostra fotografica ed un’esposizione di ricamo fiorito

Entrambe le mostre resteranno aperte sino al 31 agosto con orario dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

Toirano. Si terrà sabato 29 aprile alle 17 l’inaugurazione delle due mostre allestite all’interno del Museo Etnografico della Va Varatella di Toirano e dedicate al ventennale dell’apertura della struttura museale.

La prima è dedicata al ricamo fiorito: verranno esposti ricami, veri capolavori di bellezza, eseguiti a mano secondo il gusto e lo stile dell’epoca. Le tecniche del ricamo venivano insegnate dalle madri alle figlie e spesso questa funzione veniva attesa anche dalle suore degli ordini religiosi. A Toirano le suore di Nostra Signora della Misericordia insegnarono l’arte del cucito e del ricamo alle giovani alunne delle scuole Polla che poi le trasferivano nelle pezze da corredo.

Proprio questi manufatti (tovaglie centrini, tende ed accessori con ricami floreali) sono visibili nelle sale del museo. I pezzi provengono da collezioni private delle famiglie borghesi ed aristocratiche e tra di essi spicca per bellezza una preziosa tovaglia per altare in tela di lino ricamata a motivo di margherite eseguita nell’800 ed esposta nella cappella gentilizia.

La seconda è una mostra fotografica curata dal gruppo di fotografia “Savona e dintorni” ed è interamente dedicata al ventennale del museo. Sono esposti scatti significativi della etnografia del museo: scorci delle sezioni del settore etnografico vengono evidenziati con la sensibilità di chi li coglie. La corte-giardino, il frantoio con il torchio, il calzolaio e i suoi utensili, particolari della casa antica come la camera da letto con gli accessori ed insiemi delle sale con gli oggetti giunti in questo luogo nei vent’anni dal suo esordio.

Dal 1997 questa struttura raccoglie ed espone strumenti d’uso ricorrenti nella cultura sociale di un centro del ponente ligure. Manufatti d’epoca, di ogni genere, organizzati nelle diciotto sezioni tracciano una storia a noi poco conosciuta ma che si manifesta con queste testimonianze.

“Un sentito ringraziamento – dice il sindaco di Toirano Gianfranca Lionetti – al direttore del museo Orlando Boccone per il suo costante impegno nella valorizzazione del museo scrigno prezioso della tradizione e testimonianza del tempo che passa”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.