Congratulazioni

Savona, nozze di diamante per Maria Bolla e Francesco Secondo Cesarini

Festeggeranno i sessant'anni di matrimonio il prossimo 27 aprile

Maria Bolla Francesco Secondo Cesarini

Savona. Festeggeranno i sessant’anni di matrimonio il prossimo 27 aprile Maria Bolla e Francesco Secondo Cesarini di Savona.

Nata a Milano, Maria Bolla è storica presidente dell’associazione degli ex deportati di Savona. Suo padre, antifascista, fu deportato nel campo di Ebeense; sua madre, pure lei antifascista, fu arrestata nel “braccio” politico del carcere “Le Nuove” di Torino. Finita la guerra è stata attivista dell’Udi e nel consiglio delle Opere Sociali e del direttivo della SMS Generale di Savona. Per anni ha gestito insieme al fratello Giancarlo lo storico negozio di liquori Bolla in via Monti.

Francesco Secondo è nato a Savona. Giornalista, filatelico, dirigente della Cassa di Risparmio di Savona, membro del consiglio del gruppo storico “A Campanassa”, ha ricoperto anche numerosi incarichi nel centro di documentazione storico dell’Archivio di Stato di Savona. Appassionato di giornalismo ha collaborato e collabora ancora con la redazione de “Il Letimbro”, il giornale della Curia, con un saggio sull’ultima enciclica di Papa Francesco.

Maria e Francesco hanno una figlia, Licia, insegnante di matematica, e due nipoti, Fabio e Dario.

“La sezione dell’Aned di Savona si unisce con i migliori auguri e felicità per questo gioioso momento per le nozze di diamante dei coniugi Bolla-Cesarini”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.