A Bormida disponibili altri tre alloggi in affitto a 50 euro mensili - IVG.it
Trend positivo

A Bormida disponibili altri tre alloggi in affitto a 50 euro mensili

Il sindaco: "Dal 2014 ad oggi una cinquantina di nuovi residenti nel nostro piccolo comune montano"

sindaco galliano

Bormida. A breve il nuovo bando per affidare tre alloggi al costo di 50 euro l’uno. Questo l’impegno del sindaco di Bormida, Daniele Galliano, che dal 24 maggio 2014, data in cui è stato eletto, prosegue nel suo percorso di ripopolare il paese.

“Tre anni fa, al mio insediamento, i residenti erano 390 – spiega il primo cittadino – A fronte di sole quattro nascite e di 54 ‘perdite’ tra decessi ed emigrati, oggi i bormidesi sono 394. Anziché registrare un pesante deficit demografico la situazione è stabile grazie alle iniziative dell’Amministrazione comunale di incentivare chi per necessità o per piacere intenda vivere in un piccolo comune montano come il nostro”.

Il primo bando per gli alloggi in affitto a 50 euro era stato emanato alla fine del 2014, ed ora sono sei i nuclei famigliari che usufruiscono di questa opportunità, e altri sette vivono in appartamenti più grandi ad un costo mensile di locazione che oscilla tra i 100 e i 120 euro. Ma non solo. Il sindaco di Bormida ha convinto anche i privati ad adottare questa strategia.

“Sulle seconde case sfitte si applica l’aliquota più alta di Imu – prosegue Galliano – ecco perché anche i proprietari hanno deciso di affittare ad un prezzo calmierato per perseguire la politica di ripopolamento e pagare meno tasse”. La soddisfazione del sindaco è grande, “proprio perché sono riuscito a mantenere stabile il numero dei residenti ma anche a portare a Bormida famiglie giovani, con bambini, che possano dare un futuro al paese. Ora l’obiettivo è quello di superare i 400 abitanti”, conclude Galliano.

leggi anche
  • Pazzesco
    Bormida, l’idea di ripopolare il paese fa il giro del mondo: 17.000 richieste, anche dal Sudamerica
    daniele galliano

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.