IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

MasterChef, parla Gloria: “Ho inseguito il mio sogno e mi sono messa in gioco senza nascondermi” fotogallery

La seconda classificata (a pari merito) di MasterChef racconta la sua esperienza e i suoi piani per il futuro in un'intervista a IVG.it

Tovo San Giacomo. Per tre mesi ha dato sfoggio delle proprie abilità nella cucina più spiata d’Italia, confrontandosi con altri venti cuochi amatoriali, affrontando durissime prove e facendo i conti con i severissimi giudizi di alcuni tra i maggiori chef del panorama nazionale e internazionale. Ma ora, dopo tanta fatica e tante altalenanti emozioni, per Gloria Enrico, classificatasi seconda a pari merito all’edizione 2017 di MasterChef Italia, è arrivato il momento di godersi un po’ di meritato riposo.

Gloria Enrico MasterChef

E per riposare e ricaricare le batterie dopo una lunga e dura esperienza come questa (specie dal punto di vista emotivo) non c’è posto migliore che casa propria, che per Gloria è Tovo San Giacomo: “Mi ha riempito di felicità poter ritrovare la mia casa, i miei affetti, la mia famiglia ed i miei amici, che mi hanno appoggiato in tutto ciò che ho fatto durante il mio percorso nella cucina di MasterChef – racconta la 24enne a IVG.it – Un percorso che non è stato affatto facile: affrontare sette ‘Pressure Test’ su nove non è una cosa da tutti i giorni. Non è stato facile, ma sono riuscita ad arrivare in finale”.

Una finale che, purtroppo, non l’ha vista trionfare. Ad essere investito del titolo di sesto MasterChef italiano, infatti, è stato il giovanissimo Valerio (in finale c’era anche Cristina, classificatasi seconda come Gloria).

Un risultato diverso rispetto a quello che si aspettava Gloria, ma ugualmente soddisfacente: “Non sono delusa per non aver conquistato il gradino più alto del podio – dice lei – ma sono felice per essere riuscita ad arrivare fino in fondo. Valerio ha strameritato la vittoria. Come ho sempre detto, lui ha una dote in cucina. Averla non è da tutti, specie a diciotto anni e senza avere mai studiato veramente (ricordiamo che noi concorrenti di MasterChef siamo tutti amatoriali). Chapeau, quindi, per i piatti che riesce già a concepire”.

L’avventura di Gloria nella cucina del talent show non è stata facile anche per fattori che potremmo definire “ambientali”. Se da un lato nella cucina di MasterChef Gloria ha stretto amicizie molto forti (come quella con Margherita, che per un periodo ha soggiornato a casa di Gloria a Tovo), tanti altri suoi colleghi, al contrario, hanno interpretato il suo carattere forte e la sua determinazione come arroganza ed eccessiva spavalderia e perciò non sempre i rapporti con loro sono stati facili. Questi aspetti della personalità della giovane tovese, purtroppo, non sono stati graditi nemmeno a buona parte degli spettatori, che per tutta la durata del programma non hanno mancato di rivolgerle critiche anche piuttosto pesanti.

A chi l’ha attacca, Gloria dà un consiglio: “Trovate un sogno e inseguitelo, non avrete tempo per commentare”. Un suggerimento, anziché una “replica piccata” come invece ci si potrebbe aspettare: “Io mi sono messa in gioco accettando di andare nella cucina più seguita d’Italia. L’ho fatto senza sminuirmi o mettermi da parte. Ho iniziato questa avventura insieme ad altre venti persone. Mi sono sempre detta: ‘E’ il tuo sogno, ora mettiti in gioco perché è la tua pazzia e ce la devi fare’. E così ho fatto”.

Nella finale di ieri sera, Gloria ha presentato ai quattro giudici Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo un menu-degustazione dal titolo “Pazzamente Ligure” in cui a farla da padrone erano proprio specialità della nostra cucina rivisitate in chiave moderna e secondo la visione gastronomica di Gloria: “Ho voluto cercare di rappresentare la Liguria prendendo i sapori che hanno contraddistinto la mia infanzia (mia nonna praticamente cucina soltanto piatti liguri) e reinterpretandoli in chiave moderna secondo quella che è la mia visione. Alcuni sono arrivati ai giudici, altri lo sono un po’ meno”.

In un’altra puntata, una sua rivisitazione della panissa aveva letteralmente conquistato Bastianich, che mai l’aveva assaggiata. Se un piatto savonese è riuscito a colpire così tanto un imprenditore del settore “scafato” come Bastianich, allora forse la nostra cucina ha prospettive ancora inesplorate che potrebbero farle guadagnare la ribalta internazionale: “Ogni cucina ha le proprie caratteristiche – afferma Gloria – Sta allo chef che prende in mano il piatto trasformarlo”.

Messa alle spalle l’esperienza di MasterChef, resta ora da capire quale sarà il futuro di Gloria: “Come ho detto durante una puntata, ‘non vi liberete mai di me’. Mi piacerebbe trasmettere la mia passione e la mia idea di cucina agli altri. Giustamente anche io sono una chef amatoriale e devo imparare molto. Ma non mi precludo alcuna possibilità”.

E per finire, un ribaltamento di fronte, con Gloria che dà i voti ai quattro giudici del programma: “Lo chef che mi ha colpito di più per la sua idea di cucina, che si sta avvicinando molto alla mia (che è in continua evoluzione), è Cracco. La sua cucina è essenziale e riesce dar valore ad ogni ingrediente che usa. Anche se ne usa solo due, riesce ugualmente a realizzare un piatto a tre stelle. Ho tanto da imparare da lui. Poi c’è Barbieri, che durante la puntata coi critici mi ha aiutato a visualizzare il mio piatto prima ancora che lo preparassi. Poi viene Cannacciuolo, gigante buono della situazione, e infine Joe Bastianich”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.