Lavorare con Volotea: la compagnia aerea cerca assistenti di volo per l'aeroporto di Genova - IVG.it
Aaa

Lavorare con Volotea: la compagnia aerea cerca assistenti di volo per l’aeroporto di Genova

I due “Recruiting Day” per selezionare nuovo personale di bordo si terranno a marzo

Volotea personale di bordo

Genova. Volotea, la compagnia aerea che collega città di medie e piccole dimensioni in Europa, prosegue senza sosta la sua crescita e organizza a Genova, per metà marzo, due “Recruiting Day” per selezionare nuovo personale di bordo.

Inviare la propria candidatura ai responsabili della selezione è molto facile: basterà candidarsi sul sito e compilare tutti i campi richiesti. Chi risulterà essere maggiormente in linea con i profili ricercati del vettore, riceverà, nel giro di pochi giorni, una convocazione ufficiale via mail, con tutti i dettagli relativi ad orario, luogo e ulteriori indicazioni per sostenere il colloquio.

“Stiamo rafforzando sempre più la nostra presenza a Genova dove ad aprile inaugureremo la nostra nuova base, la quarta in Italia dopo Venezia, Verona e Palermo e nona a livello europeo – spiega Selene Bongiovanni, Global Cabin Crew Manager di Volotea – Il nostro impegno sul territorio è costante e si traduce non solo nel lancio di nuove rotte, ma anche nella creazione di nuove opportunità lavorative. A Genova selezioneremo 50 nuovi assistenti di volo che entreranno a far parte del nostro team di professionisti, permettendoci di offrire un servizio ancora migliore per i nostri passeggeri. Inoltre puntiamo, per i prossimi mesi, ad incrementare dell’85 per cento il volume di rotte disponibili dallo scalo, offrendo maggiori possibilità di viaggio a tutti coloro che sceglieranno il Cristoforo Colombo come punto di partenza per i loro spostamenti”.

Sono 50, tra hostess e steward, le posizioni disponibili per il nuovo personale di bordo Volotea. Le selezioni di marzo sono dedicate non solo alle figure professionali che sono già in possesso dei requisiti necessari per lavorare a bordo degli aeromobili, ma anche a coloro che si affacciano per la prima volta al mondo delle compagnie aeree e dell’aviazione. Requisito fondamentale per i candidati è la conoscenza fluente di italiano, inglese e preferibilmente una terza lingua straniera.

“I nuovi appuntamenti di recruiting dimostrano i benefici per il territorio della nuova base Volotea: la compagnia non solo consente ai liguri di viaggiare in Italia, in Grecia, alle Baleari e a Vienna e ai turisti di raggiungere la nostra regione, ma rappresenta anche un’occasione di lavoro per decine di residenti in Liguria, senza contare i posti di lavoro generati indirettamente dall’attivazione dei nuovi collegamenti e della base di Volotea”, dice Marco Arato, presidente di Aeroporto di Genova spa.

Ricchissima l’offerta Volotea presso lo scalo genovese, da cui è possibile decollare a bordo degli aeromobili del vettore verso 13 destinazioni, sette in Italia (Palermo, Olbia, Napoli, Catania, Brindisi, Alghero e Cagliari) e sei all’estero. Alle tradizionali rotte domestiche, infatti, da quest’estate verrano affiancate sei nuove tratte alla volta di Ibiza, Minorca e Palma di Maiorca, Atene, Santorini e, infine, Vienna.

A gennaio 2017, Volotea ha raggiunto i 10 milioni di passeggeri trasportati a partire dal 2012, anno in cui è decollato il suo primo volo. Nel 2016 Volotea ha sperimentato un significativo incremento in termini di voli operati, diventando la compagnia aerea low cost che, in percentuale, è cresciuta più velocemente tra le grandi low cost europee.
La low cost ha registrato inoltre un tasso di raccomandazione del 92.5 per cento e si è classificata, a chiusura del 2016, come quarta compagnia aerea low cost più puntuale al mondo e terza in Europa.

Nel corso del 2017 la low cost aggiungerà più di 40 nuove rotte operando un totale di 243 collegamenti in 79 città di medie e piccole dimensioni in 16 Paesi europei: Francia, Italia, Spagna, Germania, Grecia, Croazia, Repubblica Ceca, Israele, Albania, Moldavia, Portogallo, Malta, Regno Unito, Austria, Irlanda e Lussemburgo. Volotea stima, infine, di trasportare 4,3 milioni di passeggeri nel 2017. Volotea potrà contare quest’anno su una flotta di 28 aeromobili, grazie all’arrivo di 6 Airbus A319 aggiuntivi, per un totale di 10 Airbus A319 e 18 Boeing 717. Più del 40 per cento dei voli in programma per il 2017 verrà operato con gli Airbus A319. La compagnia potrà contare su 9 basi nel 2017: Venezia, Nantes, Bordeaux, Palermo, Strasburgo, Asturie, Verona, Tolosa e Genova, la cui inaugurazione è prevista ad aprile.

Volotea prevede di diventare operatore 100 per cento Airbus nei prossimi anni. Questa decisione strategica permetterà al vettore di incrementare del 20 per cento la sua capacità di trasporto passeggeri, passando dagli attuali 125 posti dei Boeing 717 ai 150 dei nuovi Airbus. Entrambi gli aeromobili, riconosciuti per affidabilità e comfort, dispongono di sedili reclinabili e sono il 5 per cento più spaziosi della media. La capacità degli A319 in termini di durata del volo permetterà inoltre al vettore di operare rotte più lunghe, approcciando così nuovi mercati. Mentre il Boeing 717 ha una capacità di volo pari a 2.500 chilometri, l’Airbus A319 può volare per ben 3.500 chilometri. 4 Airbus A319 sono già basati a Nantes, dove sarà allocato anche 1 degli aeromobili aggiuntivi. Gli altri 5 saranno basati a Bordeaux e Tolosa. I nuovi A319 si aggiungeranno alla flotta Volotea nel corso del primo semestre del 2017.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.