Inchiesta "Alchemia", lunedì udienza nell'aula bunker per Fameli, Gullace ed altri 44 imputati - IVG.it
Sotto processo

Inchiesta “Alchemia”, lunedì udienza nell’aula bunker per Fameli, Gullace ed altri 44 imputati fotogallery

Fissata l'udienza preliminare al tribunale di Reggio Calabria che vedrà imputati anche Accame, Fazzari e Raso

'Ndrangheta, Polizia e Dia fanno scattare l'operazione Alchemia

Loano. E’ stata fissata lunedì prossimo alle 9 nell’aula bunker (B1) del tribunale di Reggio Calabria l’udienza preliminare che vedrà imputati Antonio Fameli, Carmelo Gullace e altre 46 persone tra queste anche Elio Gullace, Francesco Gullace, Giulia Fazzari, Rita Fazzari, Fabrizio Accame, Antonino Raso, Roberto Orlando. Il palazzo di giustizia di viale Calabria sarà blindatissimo da carabinieri e polizia. Molti degli imputati sono tutt’ora detenuti in diversi penitenziari italiani.

Le parti offese che si sono costituite parte civile sono il Comune di Cittanova, la Regione e la Provincia di Reggio Calabria, Antonio Cento e il ministero dell’Economia e delle Finanze.

E’ l’ultimo capitolo dell’inchiesta “Alchemia” che nel luglio dello scorso aveva portato ad una raffica di arresti richiesti dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria. Ordinanze di custodia cautelare che erano state eseguite in Liguria, Calabria, Lazio, Piemonte ed in altre Regioni del nord Italia dalla Polizia di Stato e dalla Dia. In particolare 42 misure cautelari – 34 in carcere, 6 ai domiciliari e 2 interdittive dall’esercizio di un pubblico ufficio-, emesse dal gip. del Tribunale di Reggio Calabria, a carico dei seguenti soggetti, affiliati e contigui alla ‘ndrangheta delle cosche reggine “Raso-Gullace-Albanese” e “Parrello – Gagliostro”. Tutti indagati, a vario titolo, per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

Un’inchiesta che aveva aperto uno squarcio sul grande interesse delle cosche per diversi settori strategici come il movimento terra, l’edilizia, l’import-export, la lavorazione dei marmi, scommesse online, autostrada porti e smaltimento e trasporto rifiuti speciali. E in Riviera gli inquirenti avevano evidenziato il profilo di pericolosità e il collegamento con la “casa madre” di tutte le operazioni illecite. Era stato riconfermato il ruolo della Liguria nelle dinamiche e negli interessi della ‘ndrangheta del nord Italia.

leggi anche
DSC03346 1024x576
'ndrangheta
La maxi operazione “Alchemia” è nata a Savona: “costola” dell’inchiesta “Carioca” della squadra mobile
Ndrangheta
'ndrangheta
Operazione Dia, 6 arresti tra Loano e Toirano: in carcere anche Nino Gullace, Antonio Fameli, Giulia Fazzari e Fabrizio Accame
arresto carabinieri albenga
Condanna
Toirano, condanna definitiva per Carmelo Gullace: sconterà la pena ai domiciliari
Operazione Real Time, arrestato Gullace
Operazione alchemia
Toirano, l’Antimafia sequestra beni per 15 mln agli affiliati della cosca “Raso-Gullace-Albanese”
Operazione Real Time, arrestato Gullace
Esito
Alchemia, condannato a 18 anni Carmelo Gullace. Assolti Orlando e le sorelle Fazzari: “Fine di un incubo”
Dia antimafia
’ndrangheta
Operazione “Alchemia”, nuovo sequestro di beni della Dia: valore complessivo di 2 milioni di euro

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.