IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni Cairo, Legario “abdica” in favore della candidatura di Roberto Speranza fotogallery

Conferenza stampa congiunta: "Nessuna divisione o dualismo, pronti alla conquista del Comune"

Cairo Montenotte. Roberto Speranza. Ecco alla fine chi potrebbe essere il candidato sindaco del centro-destra per il Comune di Cairo Montenotte: ad annunciarlo questa mattina l’avvocato Francesco Legario, fino a ieri visto proprio come “antagonista” di Speranza.

“Faccio un passo indietro”, le prime parole di Legario nel corso della conferenza stampa in cui ha annunciato la propria “rinuncia” in favore dell’ex sindacalista. “Non nego che da luglio si sta facendo anche il mio nome, ma non c’è mai stato nessun dualismo e nessuna ‘spaccatura’, si trattava solo di forzature giornalistiche”. L’obiettivo, spiega, è uno solo: “Spodestare il gruppo che ora governa Cairo Montenotte in favore di un cambiamento vero. Credo che Roberto abbia ottime chances di vincere, per questo lo appoggerò integralmente insieme al mio partito, la Lega Nord, che ringrazio per gli attestati di stima arrivati ad esempio da Edoardo Rixi, Francesco Bruzzone o Paolo Ripamonti”.

Ecco il video della conferenza stampa:

“Il rischio era quello che qualcuno tentasse di infilarsi in questo presunto dualismo tra noi due. Voglio quindi spazzare il campo da ogni dubbio – ha concluso – lascio ‘il posto’, seppur non fosse certo ancora acquisito, a una persona capace, che gode della mia grandissima sfida. Il candidato sarà Roberto Speranza, e sono certo che potrà fare il meglio per Cairo Montenotte”.

La frecciata su presunte candidature terze pare rivolta sia alle indiscrezioni che volevano la possibile scelta di Paolo Lambertini, sia agli alleati del centrodestra: per questo, quando gli chiedi se Speranza “correrà” non solo per il Carroccio ma per tutto lo schieramento Legario non si sbilancia. “Non ho la presunzione di ‘decidere’ per tutto il centrodestra – nicchia – e non posso parlare per gli altri. Ci sono accordi a livello regionale, vedremo. Se sarò in lista? Ne parleremo”.

legario speranza

Speranza, dal canto suo, ha esordito ringraziando Legario. “A differenza di quanto emerso dai giornali in questi giorni abbiamo fatto gruppo e ascoltato i cairesi. Noi siamo partiti da lì”. Il riferimento è al Pd: “Pennino lo ha scelto Briano, qui almeno si è discusso e qualcuno ha fatto un passo indietro… Cairo non è certamente una piazza facile per una coalizione di centrodestra, ma credo che abbiamo tutte le carte in regola per cambiare le cose”.

La sua candidatura, spiega, non è automaticamente certa. “Ci sono alternative, è la democrazia – chiarisce – la Lega pensava di candidare Legario come riferimento politico, poi sono emerse questioni (ad esempio il fatto che Legario sia di Carcare, ndr) che hanno suggerito di seguire una linea diversa. Facendo un passo indietro e suggerendo il suo nome dice che l’indicazione del partito per la candidatura è quella di Speranza. Poi essendo una coalizione si discuterà, e spero che la discussione si allarghi anche a qualche altro soggetto oltre a Lega e Forza Italia. Certo si era già deciso che a esprimere il candidato sarebbe stata la Lega, non credo che ora la linea verrà cambiata…”.

legario speranza

Per questo, in pratica, Speranza parla già da candidato ufficiale. “In lista metteremo persone che possano dare un valore aggiunto – rivela – valutandole anche in base a quanto già fatto in passato per Cairo. Credo che i consiglieri uscenti debbano sicuramente far parte della partita. Vogliamo far ‘cambiare strada’ a Cairo: non crediamo ci siano persone cattive o cattivi amministratori, ma bisogna avere le idee chiare e noi ce le abbiamo”.

Se dovesse essere confermata la sua, spiega, non sarà una candidatura “di bandiera”. “Fino a 4 mesi fa facevo tutto un altro mestiere, quindi non posso certo dirmi ‘addentro’ alla politica… non ho la tessera della Lega, è una cosa secondaria. In questo momento bisogna considerare cosa è meglio per Cairo”.

Chiusura sull’elettorato dei 5 Stelle, presumibilmente “orfani” di una propria lista, a cui il centrodestra potrebbe tentare di strizzare l’occhio. Speranza non prende posizione: “Ognuno deve fare la propria strada. Noi possiamo mettere su un gruppo che i cairesi non devono ‘temere’, se qualcuno saprà fare diversamente che si candidi. Non chiudiamo la porta in faccia a nessuno né l’apriamo a qualcuno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.