IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Conoscere l’Alzheimer”: al via il ciclo di incontri della Asl 2 savonese

Più informazioni su

Savona. Si terrà venerdì 10 marzo il primo incontro del Ciclo “Conoscere l’Alzheimer”, il calendario di appuntamenti organizzato dalla S.C. Neurologia dell’Ospedale S. Corona e AFMAponentesavoneseONLUS – Associazione Famiglie Malati Alzheimer Ponente Savonese, col duplice scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti di questo importante problema sociale e migliorare l’informazione dei familiari su numerosi aspetti che caratterizzano l’evoluzione di questa complessa malattia.

“La malattia di Alzheimer è la forma di demenza più frequente nei paesi occidentali e il progressivo invecchiamento della popolazione ha favorito un incremento dell’incidenza di tale patologia. Il percorso informativo che proponiamo ormai da diversi anni vuole affrontare la malattia sotto diversi aspetti e punti di vista – spiegano la dott.ssa Tassinari, Direttore della S.C. Neurologia dell’Ospedale Santa Corona e la dott.ssa Paccagnella, Presidente di AFMAponentesavoneseONLUS -. E’ previsto un excursus conoscitivo sulla malattia, sulle terapie attuali e sulle prospettive farmacologiche future; verranno approfonditi gli aspetti giuridici e di tutela del malato; si parlerà del lavoro di gruppo tra professionisti ospedalieri e medici del territorio; verranno forniti consigli pratici per una migliore gestione del malato e si evidenzierà l’importanza del supporto psicologico per chi si prende cura del malato (caregiver).”

L’iniziativa è patrocinata dall’Ordine dei Medici di Savona e dalla Provincia di Savona; gli incontri sono ad ingresso libero e si tengono presso la Scuola di Formazione dell’Ospedale S. Corona.

“Generalmente il percorso di una persona con sospetto deterioramento cognitivo inizia con una valutazione effettuata dal medico di base che conosce il paziente da molti anni e può rilevare più facilmente mutamenti nel comportamento e/o nello svolgimento delle attività quotidiane – spiega la dott.ssa Tassinari-. Se tali mutamenti destano sospetti, il paziente viene inviato presso uno dei Centri preposti ad effettuare la diagnosi e cura di tale patologia. Un tempo erano state create dal Ministero della Salute i Centri U.V.A. ( Unità di valutazione Alzheimer) che ora si stanno trasformando neicosiddetti CDCD, acronimo che sta a significare Centro per i Disturbi Cognitivi e le Demenze.

Presso la Neurologia del Santa Corona è attivo un Centro dove il malato di Alzheimer viene preso in carico e seguito in tutto il suo percorso diagnostico e terapeutico. Dato l’enorme carico che grava soprattutto sul familiare, è nostra intenzione migliorare anche il supporto dedicato a queste persone, costrette a svolgere quotidianamente un’attività molto gravosa sul piano emozionale”.

Ed è a questo punto che si inserisce l’attività di AFMAponentesavoneseONLUS: “La nostra associazione si propone come punto di riferimento per i familiari dei malati di Alzheimer, dando loro informazioni, supporto e sostegno emotivo – spiega la dott.ssa Paccagnella -. Da anni operiamo in stretta sinergia con l’ASL 2 Savonese offrendo un Punto di Ascolto tutti i mercoledì mattina, presso il Centro per i Disturbi Cognitivi e le Demenze, messo gentilmente a disposizione dalla dott.ssa Tiziana Tassinari e dalla Direzione. L’associazione offre anche un servizio di Ascolto telefonico al n. 345/7388089; gestisce l’AlzheimerCaffè ed il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto per i familiari, presso L’Istituto Trincheri di Albenga”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.