Albenga, nel giorno della Festa della Donna l'intitolazione di una via a Rita Levi Montalcini - IVG.it
Memoria

Albenga, nel giorno della Festa della Donna l’intitolazione di una via a Rita Levi Montalcini fotogallery

Il prefetto: "Questa intitolazione consegna alla memoria della città il ricordo di una donna straordinaria"

Albenga. Si è tenuta simbolicamente l’Otto Marzo, giorno della Festa della Donna, l’inaugurazione della via di Albenga intitolata Rita Levi Montalcini, scienziata e neurologa italiana premio Nobel per la medicina nel 1986 e nominata senatore a vita dal presidente della Repubblica Ciampi nel 2001 per “aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”.

Alla cerimonia hanno preso parte i rappresentanti dell’amministrazione comunale (il sindaco Giorgio Cangiano, il vice sindaco Riccardo Tomatis e gli assessori Alberto Passino e Simonetta Vespo insieme ai consiglieri di maggioranza), il prefetto di Savona Giorgio Manari, i delegati di Fidapa,m Anfass e di Anpas, i rappresentanti di Vecchia Albenga e della croce bianca e le autorità civili e militari.

Nel suo intervento, il prefetto di Savona si è complimentato col primo cittadino Giorgio Cangiano per il suo lavoro, con il quale “sta dando alla città delle Torri una chiara impronta culturale. L’intitolazione di una via a Rita Levi Montalcini non solo consegna alla memoria della città il ricordo di una donna straordinaria, ma conferma questo impegno dell’amministrazione comunale”.

La richiesta di dedicare una via al premio Nobel per la medicina del 1986 era stata avanzata qualche mese fa dalla presidente Angelica Cirillo ed era stata portata avanti dall’assessore Vespo. In occasione di un consiglio comunale di luglio, poi, era stata recepita anche dal capogruppo del Pd Emanuela Guerra e fatta propria da tutta l’amministrazione comunale, che in questi ultimi giorni ha dato il via all’iter burocratico necessario per poter procedere con l’intitolazione.

Insomma, una proposta avanzata da Fidapa che senza fatica ha trovato terreno fertile tra i membri della maggioranza e del consiglio comunale ingauno.

La volontà dell’amministrazione di dedicare una via alla scienziata rappresenta un modo per ricordare “non solo la sua instancabile attività in favore della scienza, ma anche la donna che, fino agli ultimi giorni della sua vita, ha continuato la sua opera instancabile a favore della ricerca, per le pari opportunità”.

La via che porta il nome della scienziata è situata nell’area posta tra via Torino sul lato a monte e via Milano sul lato mare, strada che decongestiona il traffico in prossimità del polo scolastico diocesano.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.