IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ad Albisola l’ultimo saluto a Bruno Pisano: la bara avvolta nei colori della Rari Nantes fotogallery

Chiesa gremita per l'abbraccio allo storico dirigente e presidente della società biancorossa

Albisola Superiore. Il rosso e il bianco. C’erano anche i colori della sua Rari Nantes, oltre a tantissime persone, questa mattina ad abbracciare Bruno Pisano, dirigente e presidente storico della società sportiva savonese (da maggio ricopriva la carica di presidente onorario) scomparso venerdì scorso, nel giorno del suo ultimo viaggio.

Il funerale è stato celebrato nella chiesa di San Nicolò ad Albisola Superiore dove erano presenti i vertici della Rari Nantes, tra cui Claudio Mistrangelo, Luca La Cava, oltre a decine e decine di atleti del settore pallanuoto e sincro, ma erano presenti anche il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, dell’assessore allo sport di Albisola Roberto Gambetta, oltre alle tante persone che lo conoscevano e stimavano.

“Siamo qui numerosi attorno a Bruno a chiederci cosa possiamo fare per lui. Sicuramente una testimonianza di riconoscenza per tutto ciò che ha fatto, ma vorremmo fare di più. Ecco allora che la Fede ci permette non solo di ricordarlo, ma anche di accompagnarlo alle porte del Paradiso, con la nostra preghiera, portando al Signore ciascuno di noi il ricordo del bene che ha ricevuto” ha detto il parroco nell’omelia.

“L’uomo arrivato di fronte alla morte si domanda: ‘è forse finita la mia gloria?’ No, tutto il bene che il nostro fratello ha compiuto ora lo ritrova davanti al Signore. Quante volte ci domandiamo se valga la pena essere onesti e giusti in un mondo che non ama molto l’onestà e la giustizia; se valga la pena amare o se poi tutto finisce. Il Vangelo ci risponde che vale la pena. Porteremo con noi non le cose materiali, ma il bene che abbiamo compiuto e l’amore che abbiamo dato. Quell’amore ci accompagna davanti al Signore” ha proseguito il sacerdote.

Bruno Pisano, cagliaritano, aveva avuto un prestigioso passato di sportivo come portiere di calcio. Con la squadra del Cagliari aveva militato in Serie B. Poi la scelta del figlio Andrea di giocare a pallanuoto lo aveva portato alla Rari dove, negli anni, aveva ricoperto i ruoli di dirigente accompagnatore, di consigliere ed infine di presidente.

Figura dalla simpatia contagiosa, nella Rari Nantes Savona Bruno Pisano è stato per tutti un esempio di vita, un educatore, un padre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.