Savona, in cattedrale la reliquia "dimenticata" di San Valentino. Il sindaco: "Pronti a valorizzarla" - IVG.it
Da recuperare

Savona, in cattedrale la reliquia “dimenticata” di San Valentino. Il sindaco: “Pronti a valorizzarla”

"Domani annunceremo un grande progetto su scala nazionale legato proprio a San Valentino"

DUOMO DI SAVONA

Savona. E’ stata pubblicata su IVG.it esattamente nove anni fa, il giorno di San Valentino del 2008, ma è tornata prepotentemente d’attualità oggi dopo che alcuni savonesi l’hanno nuovamente condivisa sui principali social network. Un’operazione di recupero antologico che ha portato tanti abitanti della città della Torretta a riscoprire un tesoro nascosto del quale si erano perse le tracce e la conoscenza. E che ha spinto l’amministrazione a svelare le carte e ad annunciare un “grande progetto su scala nazionale legato proprio a San Valentino”.

Il 14 febbraio 2008 il nostro quotidiano aveva pubblicato una lettera firmata nella quale Vito Cafueri ricordava come la città di Savona fosse indissolubilmente legata al “Santo degli innamorati” per la presenza, all’interno della cattedrale, di una reliquia di San Valentino.

“Per quelli che non ne conoscono la presenza voglio precisare che essa si trova al fondo della navata di destra della nostra cattedrale. Per la precisione sul lato sinistro ad altezza uomo”, spiegava nei particolari Cafueri.

In chiusura, lo stesso autore della missiva si rammaricava del fatto che nessuno o comunque pochissimi dei suoi concittadini fossero a conoscenza dell’esistenza di questo antico tesoro: “Nessuna indicazione ne annuncia l’ esistenza. Il luogo è nel buio più completo quasi a vergognarsi di quella presenza. Due turisti ai quali questa mattina ho mostrato il posto ne sono apparsi entusiasti. Lo stesso entusiasmo hanno dimostrato per la Madonna della Colonna e per la sua storia”.

Insomma, una reliquia da riscoprire. Secondo Cafueri e secondo anche il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, che oggi (a distanza di nove anni dalla lettera) risponde: “La lettera del signor Vito Cafueri è quantomai appropriata. Quanto si sostiene nella missiva è in parte vero: Savona, per troppi anni, si è dimenticata di valorizzare al meglio i suoi tesori. Con la nostra amministrazione, il vento sta cambiando: proprio domani, infatti, annunceremo un grande progetto su scala nazionale legato proprio a San Valentino, collegato alla reliquia conservata nella nostra città, in un’ottica di promozione turistica del territorio e delle sue eccellenze”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.