IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pubblica illuminazione ad Albenga, Boscaglia: “Guarnieri invidiosa di ciò che siamo riusciti a fare”

"Il nostro lavoro 'illumina' maggiormente la 'incapacità' da lei dimostrata durante il suo mandato"

Albenga. “Ancora una volta il consigliere ha perso l’occasione per stare zitto”. Così il consigliere comunale di Albenga con delega alla pubblica amministrazione, Manlio Boscaglia, replica all’attacco sferrato dall’esponente di minoranza della Lega Nord Rosy Guarnieri.

Nei giorni scorsi l’ex sindaco aveva attaccato l’amministrazione del sindaco Giorgio Cangiano a proposito della “qualità e quantità” della pubblica illuminazione cittadina: “Tante sono le segnalazioni che pervengono allo sportello del cittadino da molte zone, centrali e limitrofe, della città e non trovano risposta – aveva detto Guarnieri insieme alla sua collega Cristina Porro – Non trovano risposta non perché gli operatori del settore non abbiano voglia di risolvere il fastidioso problema del buio, ma perché, date le carenti risorse economiche dell’ente, non hanno nuove lampadine da utilizzare per sostituire quelle esauste”.

Oggi Boscaglia risponde: “Non intendo però farmi trascinare da Guarnieri in una nuova polemica. La invito invece a fare qualcosa di serio per la città di Albenga. I cittadini da mesi hanno potuto apprezzare quanto fatto dalla nostra maggioranza, che sta amministrando una città in maniera seria e onesta avendo a disposizione pochissime risorse economiche. Devo purtroppo prendere atto che i suoi attacchi nei miei confronti sono mossi da risentimento e invidia per quello che noi riusciamo a realizzare e che ‘illumina’ maggiormente la ‘incapacità’ da lei dimostrata durante il suo mandato. Sono polemiche strumentali fatte ad arte anche per creare delle cortine fumogene all’operato dei suoi rappresentati di partito in Regione. Come ad esempio Mai nella gestione dei giovani agricoltori e sui danni alluvionali e Viale sulla sanità”.

Boscaglia decide di “rispondere alle accuse con i fatti” ed elenca i lavori effettuati sulla pubblica illuminazione: “Lungomare Colombo, lungomare Doria, piazza Marconi, via Ugo La Malfa, via Levi Di Montalcini, il parcheggio pubblico fronte a Self, via Morella, parte di via XXV Aprile, piazza Marconi, la rotonda di piazza XX Settembre, via Delminio, il parcheggio di via Delminio, via Deportati Albenganesi, via Liguria, piazza Don Sturzo, via Cesare Battisti, via Milite Ignoto. La pubblica illuminazione in queste zone è stata realizzata con lampade a Led che oltre ad una migliore propagazione della luce permette un risparmio del 50-60 per cento sul costo delle bollette”.

“Ancora, sono stati sostituiti tutti i corpi illuminanti di piazza Europa, via Trieste, via Leonardo Da Vinci, via Genova. La prossima settimana in viale Martiri della Libertà partiranno i lavori di sostituzione di tutti i corpi illuminanti, che diventeranno a Led. Occorre far presente inoltre che sono stati sostituiti 16 pali della luce in via Che Guevara, due in piazza Petrarca, due in via Martiri della Foce, uno in viale Italia, due sulla via Aurelia, uno in via Galilei, uno in via del Cristo, uno in via Piave. Ancora, sono stati sostituiti quattro corpi illuminanti in piazza Petrarca e quattro in piazza Nassirya”.

Boscaglia aggiunge: “Informo la cara consigliera Rosalia Guarnieri che prima di Natale ho fatto fare una verifica delle lampadine spente della pubblica illuminazione provvedendo all’immediata sostituzione. Dopo il suo delirante intervento sull’illuminazione pubblica ho fatto effettuare un ulteriore sopralluogo al comando di polizia locale, il quale ha riscontrato che risultano spenti circa 50 punti luce su quasi 10 mila presenti sul territorio. Comunico inoltre che con il progetto Elena, tramite la Provincia di Savona la nostra amministrazione ha indetto una gara d’appalto per la geo localizzazione degli impianti della pubblica illuminazione. Completate tali procedure si procederà ad effettuare la gara d’appalto per la sostituzione di tutti i punti luce con tecnologia a Led con risparmio del 50-60 per cento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.