La Fiba Liguria a "Balnearia" per sostenere il futuro della categoria - IVG.it
Verso l'estate

La Fiba Liguria a “Balnearia” per sostenere il futuro della categoria

Annunciata la presenza del ministro Costa e di altri parlamentari che hanno seguito lo spinoso caso del ddl

gianmarco oneglio

Savona. “Sostenere la categoria in un momento delicato e complesso”. Per Gianmarco Oneglio, membro della giunta regionale e nazionale di Fiba Confesecenti è una vigilia importante perché domani a Carrara, nell’ambito di “Balnearia”, si parlerà di “Legge Delega e riforme del settore balneare”, un convegno tra imprenditori del settore promosso oltre che da Fiba, anche da Sib e Oasi.

E’ stata annunciata la presenza del ministro Costa e di altri parlamentari che hanno seguito lo spinoso caso del ddl.  “Ancora una volta Balnearia si propone come un evento completo, che non si limita a mettere in mostra aziende e prodotti, ma offre infinite opportunità di confronto e di crescita professionale, attraverso una fitta serie di eventi sia di carattere sindacale che tecnico e sociale. L’edizione 2017 proporrà ancora una volta la presenza di tutte le Associazioni di Categoria, che attraverso assemblee, convegni e stand permanenti permetteranno ai balneari di tenersi al corrente di tutto ciò che avviene in ogni ambito dell’attività imprenditoriale”, dice Gianmarco Oneglio.

Ma nello stesso giorno Federbalneari Italia organizza il Meeting Federale “L’equilibrio economico finanziario e gli investimenti. Casi di applicazione regionale” e quindi spazio anche al convegno “Balneari: l’abolizione del diritto di insistenza e del rinnovo automatico contraria al diritto europeo e al diritto costituzionale. Pronti i ricorsi”, organizzato dall’Associazione Donnedamare.

All’edizione 2017 sono attesi oltre 50mila visitatori da tutta Italia, con un maggior afflusso dalle regioni tirreniche: un terzo dei visitatori dell’edizione 2016 infatti proveniva dalla Toscana, il 14% dall’Emilia Romagna e Marche, il 13% dal Sud e dalle Isole, il 12% da Lazio e Umbria, il 9% da Veneto, Friuli e Trentino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.