IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gloria Enrico porta la panissa a Masterchef ed entra tra i migliori nove fotogallery

Nella prova della "Mistery Box" la specialità ligure l'ha fatta essere la migliore, ma poi la prova in esterna l'ha spedita tra i peggiori

Tovo San Giacomo. Continua l’avventura della 24enne tovese Gloria Enrico nella cucina di MasterChef Italia. Come ogni giovedì, ieri sera sul canale satellitare di SkyUno sono andate in onda due nuove puntate della sesta edizione italiana del talent culinario più famoso del mondo.

La prima puntata si è aperta con l’eliminazione di un concorrente, rimasta in sospeso dalla scorsa settimana: a lasciare la MasterClass è stato Roberto.

Dopo aver detto “arrivederci” al loro collega (ma anche rivale) gli altri concorrenti si sono ributtati a capofitto nella sfida. Sui loro piani di lavoro si sono ritrovati una “Mistery Box” classica contornata da altri cinque “Mistery” più piccole. I quattro giudici Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo hanno chiesto loro di sollevare la scatola e di rivelare gli ingredienti che si nascondevano sotto di essa e cioè latte, ali di razza, formaggio Bruss fermentato, zucchine con fiore, limoni, pomodori camoni sardi, farina di ceci, pastinaca, creste di gallo e pinoli.

In seguito, i giudici hanno spiegato agli aspiranti MasterChef l’entità della prova di questa sera: la “Mistery” che si sono trovati davanti non era una “Mistery” classica, ma una “Mistery Poker”. Ciascun concorrente, infatti, ha avuto la possibilità di cambiare fino a cinque degli ingredienti già scoperti con altrettanti ingredienti nascosti sotto le altre scatole più piccole. Per tutti l’obbligo era di preparare un piatto utilizzando tutti e dieci gli ingredienti a disposizione.

Gloria Enrico porta la panissa a Masterchef

Gloria ha cambiato due ingredienti, le creste e il formaggio, con due altri ingredienti ignoti: la sorte le ha assegnato la ventresca di tonno e mozzarella di bufala. Il piatto che la giovane ex barista ha presentato all’attenzione dei giudici era una “Pizza invertita al sapore di mare”, una panissa con chips di pastinaca e ali di razza.

La scelta di Gloria di pescare direttamente dalla tradizione ligure ha sorpreso e incuriosito Joe Bastianich, che grazie proprio alla “polenta di ceci stesa su una placca e fritta” che è la panissa ha scoperto uno dei piatti tipici della nostra regione. Soddisfatto anche chef Barbieri: “Sei una che pensa e a me piace molto. Poi stai migliorando anche nell’impiattamento”.

Gloria Enrico porta la panissa a Masterchef

La “Pizza invertita al sapore di mare” ha permesso a Gloria di arrivare tra i migliori tre insieme a Margherita e Cristina e poi addirittura di vincere la prova risultando la più brava in assoluto. Ciò che la consentito di avere un notevole vantaggio nella prova successiva.

Nel temuto “Invention Test”, i quattro chef hanno chiesto ai concorrenti di preparare un “Timballo del Gattopardo”, la specialità siciliana che “unisce i profumi e le culture della Sicilia accostando consistenze diverse e dolce e salato” resa famosa dal romando di Giuseppe Tomasi di Lampedura e poi dal film di Luchino Visconti. Oltre a conoscere in anticipo il piatto al centro della prova, Gloria ha ottenuto un altro vantaggio e cioè quello di farsi spiegare da Carlo Cracco come preparare un timballo perfetto. Un vantaggio non indifferente, visti i tanti passaggi richiesti dalla preparazione.

Ma le agevolazioni non sono finite qui: per questo “Invention Test”, infatti, i giudici hanno deciso di ripescare la famosa “Staffetta di MasterChef” che impone ai concorrenti di preparare i piatti in coppia ma a turno. A Gloria è stato permesso di scegliersi il proprio partner (Margherita) e di comporre le coppie avversarie.

Gloria Enrico porta la panissa a Masterchef

Nonostante tutte le agevolazioni, il timballo preparato in tandem da Gloria e Margherita non è risultato il migliore. A spuntarla sono stati Michele e Cristina, che nella seconda puntata sono stati capitani delle brigate blu e rossa impegnate nella prova in esterna. I peggiori sono stati invece Gabriele e Cristina, con il primo “rimandato” al “Pressure Test” e la seconda eliminata senza appello.

Nella seconda puntata in onda ieri sera è andata in scena la prova in esterna, che ha portato i concorrenti rimasti nello splendido Parco Sigurtà, a Valeggio sul Mincio in provincia di Verona. Ad aspettare gli aspiranti MasterChef, oltre ai giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Carlo Cracco, c’era anche Schì Héng Chán, maestro del Centro Culturale Shàolín di Milano.

Le due brigate hanno dovuto cucinare per 20 discepoli shàolín e preparare due menu vegani e crudisti rispettando i dettami della millenaria tradizione di questa cultura. La brigata blu era composta da Cristina, Loredana, Michele G. e Margherita; quella rossa da Michele P., Giulia, Valerio e Gloria. Alla prima squadra è toccato preparare un centrifugato di clorofilla e mirtilli, vellutata di cavolfiore, polpette vegane con salsa, tutto crudista; uno stufato di zucca e fagioli e insalata di tofu albicocche e noci e una crostata crudista alla frutta. Ai rossi è toccare cucinare un centrifugato di radici e melograno, vellutata di carote, humus di quinoa con verdure; stufato di seitan e patate e insalata di alghe e tofu e un tiramisù vegano. Gloria si è assunta il compito di preparare i tiramisù in chiave vegana e crudista.

Gloria Enrico porta la panissa a Masterchef

Dopo aver assaggio entrambi i menù, i discepoli hanno dato il loro voto alla brigata migliore con una bacchetta su cui era indicato il colore Per quanto riguarda il vassoio crudista, la brigata rossa ha colpito per impiattamento e sapori decisi mentre la blu è riuscita a trovare un grande equilibrio restituendo al palato sapori più delicati. Per la parte cotta e il dolce una delle due brigate ha nettamente stracciato l’altra. A spuntarla è stata la brigata blu, cosa che ha portato Gloria Enrico a misurarsi nuovamente con il “Pressure Test”.

Gloria Enrico porta la panissa a Masterchef

Una prova davvero particolare e strutturata in una serie di duelli a due stile vecchio west. Gloria è stata scelta come avversario da Valerio nel terzo duello. La coppia di “duellanti” si è confrontata nella preparazione della mozzarella in carrozza. A spuntarla è stata Gloria, che così si è assicurata l’accesso alla prossima puntata di MasterChef e ha spinto Valerio al duello successivo. Al termine della sfida è stata eliminata Giulia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.