Borghetto al voto: rilancio economico e riordino del Comune, ecco le priorità per Assoutenti - IVG.it
Verso le elezioni

Borghetto al voto: rilancio economico e riordino del Comune, ecco le priorità per Assoutenti

Comune Borghetto Santo Spirito

Borghetto Santo Spirito. Rilancio economico, salvaguardia e promozione ambientale, partecipazione popolare e riordino del sistema amministrativo. Queste sono le priorità per Borghetto Santo Spirito secondo Assoutenti, con il Comune che andrà al rinnovo di giunta e consiglio comunale nella prossima primavera.

“La prova sarà una delle più difficili: per dare al paese un’amministrazione capace di superare un così elevato numero di difficoltà occorrerà coraggio, dedizione ed una grande capacità unita ad una comprovata onestà etica ed intellettuale. Non sarà tanto il voto “per chi” ma “per che cosa”, con una precisa consapevolezza dello “status quo” e del traguardo da raggiungere, costi quel che costi, tracciando una scaletta di priorità”.

“Una associazione dei consumatori non può che propendere verso interessi generali e diffusi nel rispetto delle norme e delle leggi vigenti, evitando deviazioni di carattere partitico o corporativo. Resta comunque il diritto/dovere di evidenziare le carenze e le opportunità che determinano una sana e lungimirante amministrazione del bene pubblico e delle sue ricadute per la qualità della vita dei cittadini” aggiunge l’associazione dei consumatori.

“Da un’analisi dei dati in nostro possesso e di opinioni correnti si evidenziano i seguenti punti focali: Borghetto Santo Spirito presenta uno scenario di “eccellenze” e di “problematiche”, in netto contrasto tra loro, da lasciare a dir poco perplessi. Ecco alcuni dati: calo degli abitanti del 7,3%, aumento dell’età media (è il secondo comune con l’età media più alta in Liguria ed il primo in Provincia). A Borghetto i giovani da 0 a 14 anni erano nel 2007 il 10,2% ora sono solo il 9,8%”.

“Questo nonostante ci siano strutture scolastiche di buon livello, dall’asilo alle medie inferiori, impianti sportivi sufficientemente adeguati, e la Fondazione Vacca che da oltre 20 anni eroga decine di migliaia di euro agli studenti meritevoli delle scuole di ogni ordine e grado, fino all’università”.
“A Borghetto ci sono oltre 10.000 alloggi per 4948 abitanti ma molti dei 1921 cittadini nubili/celibi non trovano casa per mettere su famiglia”.

Borghetto ha spiagge eccezionali (poche e mal tenute quelle libere), il depuratore, un servizio di nettezza urbana di buon livello tanto da meritare la “Bandiera Blu”, ma il turismo non decolla perché mancano strutture ricettive adeguate, specialmente per gli appartamenti affittati ad uso turistico spesso non conformi a quanto il mercato richiede.

“A Borghetto esiste una biblioteca pubblica di ottimo livello ma non esiste un negozio/libreria”.

“A Borghetto esiste una bellissima struttura per la Polizia Locale ma il numero dei vigili è inadeguato rispetto ai bisogni”.

“Borghetto ha fertili ed estesi terreni agricoli ma se non fosse per i pochi valorosi agricoltori che resistono, in alcuni casi da oltre 100 anni portando le loro primizie a km zero sul mercatino, tutto sarebbe finito come dimostrano le vaste distese a gerbido, malinconico ricordo di un tempo che fu prosperoso”.
“Borghetto nel 2011 ha avuto un reddito medio per abitante di 11.078 euro ponendosi al 53° posto in provincia su 69 comuni, con una moria impressionante di attività commerciali, artigiane ed agricole. Penso che ogni commento sia inutile e doloroso nel raffronto con altre realtà, anche vicine, perché i casi sono due: o è evasione diffusa o vera miseria” sottolinea ancora Assoutenti.

“Borghetto ha due residenze protette per anziani, di ottimo livello, un poliambulatorio medico infermieristico, la modernissima e attrezzata sede di P.A. Croce Bianca e una delle poche farmacie comunali della provincia. Per la salute non è poco!”.

“Borghetto è l’unico comune della provincia ad aver stipulato con i cittadini, tramite le associazioni dei Consumatori un protocollo d’intesa atto a garantire una partecipazione al controllo della qualità dei servizi pubblici, ciò nonostante il “mugugno” prevale sulle proposte, e la collaborazione fattiva rimane ancora un miraggio, per negligenza ed indifferenza”.

“Il Comune di Borghetto ha a disposizione vastissime aree da dedicare al verde pubblico ma , per ritardi e difficoltà economiche, molte di tali aree sono abbandonate a se stesse e come quelle agricole dismesse, creano condizioni di degrado impresentabili; occorrono provvedimenti che rivalutino l’ambiente per offrire ben altra immagine del Paese”.

“Se poi entriamo nel labirinto del bilancio comunale e della macchina amministrativa occorre avere tempra assuefatta ad affrontare le varie realtà senza mezze misure e senza il timore dell’impopolarità per rimettere la barca in condizione di navigare. Tutto ciò enunciato, spetta alla “ Politica “con la P maiuscola battere un colpo, se ancora esiste! Solo un largo ed evoluto consenso sulle cose da fare , frutto anche di un serrato confronto con i cittadini, può portare ad individuare le priorità e sfruttare adeguatamente le risorse, per raggiungere obiettivi in tempi che necessariamente saranno molto lunghi” conclude Assoutenti.

leggi anche
borghetto municipio comune
Che sarà
Borghetto 2017, le liste cominciano a prendere forma: ecco i possibili candidati
comune Borghetto
Amministrative
Borghetto 2017, Assoutenti promuove un sondaggio: “Quali sono le priorità del paese?”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.