IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

World League: Italia facile sulla Georgia, Alesiani realizza un gol

Secondo successo per gli azzurri

Savona. Seconda vittoria del Settebello che guida a punteggio pieno il girone C di World League. A Busto Arsizio, davanti a oltre 1500 spettatori che hanno colorato e sostenuto gli azzurri al complesso delle piscine “Manara”, in gol otto giocatori di movimento con Fondelli miglior marcatore con tre reti.

Gli azzurri hanno sofferto solo nel primo tempo quando, sotto di due reti, hanno iniziato la rimonta che li ha portati fino al +10 del quarto tempo. Il gol di Bitadze nel finale ha chiuso l’incontro. Hanno esordito in azzurro il portiere della Roma Vis Nova Gianmarco Nicosia e il centroboa dell’Ortigia Giacomo Casasola. Prossimo incontro il 14 marzo a Palermo contro la Russia.

Queste partite servono per capire il tipo di gioco su cui lavorare in vista dei grandi impegni internazionali – commenta a caldo il ct Alessandro Campagna -. La squadra è partita contratta ma poi si è sciolta in contropiede ed ha sviluppato anche belle giocate. Noi non possiamo derogare da un gioco fatto di movimenti e di intensità. L’inesperienza di molti ragazzi, tra due esordienti e molti alle prime convocazioni, ha fatto si che subissimo un po’ dal punto di vista psicologico. Da inesperti dobbiamo capire di dover velocizzare maggiormente le azioni di gioco, ma ci sarà tempo e modo per farlo. Mi è piaciuta comunque la reazione della squadra e l’applicazione difensiva. Ora guardiamo alla prossima partita con la Russia per sviluppare questi concetti“.

La cronaca. Gli azzurri partono veloci, conquistano due extraman (espulsi Jelaca e Bagatur) ma non riescono a finalizzare le conclusioni con Bodegas, che al centro viene ben controllato dalla difesa dei caucasici. Gol mangiato gol segnato: Fondelli commette fallo grave e Jelaca, difensore croato della Sport Management, punisce dal lato corto il Settebello per l’1-0 che apre le marcature dopo 5 minuti di gioco. L’Italia subisce e la Georgia passa ancora: stavolta è il centroboa Bitadze a finalizzare il secondo extraman (espulso Gallo) con l’aiuto di un’indecisione di Del Lungo in porta. Ad un minuto dal termine gli azzurri finalmente si scuotono e passano con Gitto, che finalizza l’assist giusto di Di Fulvio e dal centro fulmina Kapanadze per l’1-2 in superiorità che chiude il parziale.

Senza respiro: Di Fulvio conquista il rigore dopo 20 secondi che Gallo si fa parare da Kapanadze. Sul rovesciamento ancora Jelaca, il migliore dei georgiani, trova l’angolo giusto per il nuovo doppio vantaggio ospite. A quel punto sale in cattedra Velotto: il centrovasca della Canottieri Napoli insacca prima in extraman e poi con una bella controfuga su assist di Alesiani (3-3). Ora gli azzurri giocano sciolti e su la seconda controfuga realizzano con Gitto il primo vantaggio: fitta rete di passaggi, Alesiani per Velotto che scarica per il difensore azzurro bravo dal centro a metter dentro il 4-3. Poi Di Fulvio fallisce il secondo penalty di giornata (tira oltre la linea dei cinque metri), ma la difesa press dell’Italia è perfetta e regala sicurezza all’attacco che va ancora in gol con la controfuga di Fondelli e la bomba di Dolce per il 6-3 di metà gara.

Nel terzo tempo è protagonista il mancino “di casa” Gallo che spara subito due bombe delle sue e porta gli azzurri sul +5 (8-3). La zona press continua a produrre frutti lasciando liberi gli azzurri di sfruttare le controfughe e il gioco di movimento. Dal centro infatti Di Fulvio trova spazio e muscoli per insaccare il massimo vantaggio +6, prima che il diciottenne Meschi metta dentro il terzo extraman su quattro tentativi per i biancorossi e chiuda 9-4 il parziale.

La linea è tracciata e Campagna manda in vasca l’esordiente Nicosia, diciottenne portiere del Vis Nova che guarda i compagni dilagare con le reti di Fondelli (tripletta e mvp del match) che prima realizza il terzo extraplayer (su cinque tentativi) e poi schiaccia dai due metri l’assist al bacio di Gallo; Di Fulvio in solitario e Alesiani in controfuga, ben lanciato da Nicosia, regalano il +9 di metà tempo (13-4). Bodegas si iscrive a referto a un minuto e mezzo dalla fine dando il massimo vantaggio all’Italia che viene vanificato da Bitadze che dal centro realizza il 14-5, che chiude l’incontro.

Il tabellino:
Italia – Georgia 14-5
(Parziali: 1-2, 5-1, 3-1, 5-1)
Italia: Del Lungo, F. Di Fulvio 2, Gitto 2, Esposito, A. Fondelli 3, Velotto 2, Dolce 1, Gallo 2, N. Presciutti, Bodegas 1, Casasola, Alesiani 1, Nicosia. All. Campagna.
Georgia: Kapanadze, Kavtaradze, Shuchiashvili, Imnaishviliù, Bitadze 2, Jelaca 2, Khvedeliani, Bagaturia, Rurua, Chikvinidze, Rusishvili, Meschi 1, Razmadze. All. Popovic.
Arbitri: Horvath (Slo) e De Jong (Ned).
Note. Superiorità numeriche: Italia 3 su 6 più 2 rigori falliti, Georgia 5 su 6. Nessuno uscito per limite di falli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.