IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sciopero dei lavoratori Tpl e Ata: lunedì di protesta a Savona

Dalle 10 corteo dei dipendenti dell'azienda del trasporto pubblico locale e presidio sotto la Prefettura di quelli dell'azienda multiservizi

Savona. E’ in arrivo un lunedì di protesta a Savona dove andranno in scena due scioperi: ci sarà infatti il corteo dei lavoratori della Tpl Linea, ma anche il presidio sotto la Prefettura dei dipendenti Ata.

Per quanto riguarda l’azienda del trasporto pubblico locale lo sciopero sarà di 24 ore e alle 10 ci sarà un corteo per le vie di Savona che partirà davanti alla sede di Tpl Linea a Legino.

La manifestazione è stata indetta dalle sigle sindacali e dalla Rsu di Tpl Linea per la “grave situazione di incertezza del settore che sta mettendo a rischio il servizio per l’utenza e l’occupazione”.

“La rappresentanza sindacale unitaria di Tpl Linea conscia dei disagi che lo sciopero di 24 ore del 9 gennaio arrecherà alla cittadinanza della Provincia di Savona, tiene a spiegare ancora una volta le ragioni che ci spingono a questa estrema forma di protesta: chiediamo alla Provincia di onorare il contratto di servizio che da ormai 2 anni non onora nella misura di un milione e trecentomila euro per ogni anno; chiediamo al Comune di Savona di ritornare sulla decisione di non erogare per il secondo anno consecutivo i trecentomila euro fino a due anni fa erogati; chiediamo a tutti i Comuni soci proprietari di questa azienda di onorare a loro volta gli impegni economici con Tpl Linea e di acquisire le quote societarie in dismissione dalla Provincia di Savona; chiediamo alla Regione Liguria di intervenire per sanare questa incresciosa situazione da lei stessa creata con la modifica della legge regionale 33” spiegano da Rsu sindacale, Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti e Faisa.

Per quanto riguarda Ata, i cui lavoratori saranno appunto in presidio sotto la Prefettura, lo sciopero è stato proclamato da FP Cgil e FIT Cisl territoriali. Scopo della protesta è: difendere la natura “pubblica” della partecipata savonese, mantenere tutte le attività all’interno del perimetro aziendale, garantire i posti di lavoro e servizi efficienti per i cittadini, creare presupposti concreti per il reale rilancio dell’azienda pubblica multiservizi

“Oltre due mesi di vertenza e confronti in diverse sedi non hanno, purtroppo, portato le risposte necessarie ed attese dai sindacati e dai lavoratori. Dopo tante parole, notizie, indiscrezioni è ora che proprietà e direzione aziendale approntino un piano industriale e si dotino di un’organizzazione aziendale e del lavoro rispondenti alle esigenze di rilancio dell’azienda e di miglioramento della qualità del servizio reso ai cittadini” spiegano da Fp Cgil e Fit Cisl.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.