IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provinciali, Vaccarezza chiarisce: “Nessun inciucio con il Pd, serve un cambio di passo”

"E' necessario cambiare il rapporto con i territori che deve essere più stretto, soprattutto con l'entroterra"

Provincia. “L’immagine scelta per esprimere il mio pensiero non è scelta a caso: rappresenta la Provincia che Eraldo, Luana, Luigi, Maurizio e Sergio si troveranno ad amministrare. Un ente a maggioranza relativa di Centrodestra con un presidente del Partito Democratico e questo proprio a causa del folle disegno dell’allora ministro Graziano Delrio, che in allora ha stabilito che si elegge ogni due anni il consiglio e ogni quattro il presidente. Quindi Monica Giuliano, eletta il 12 ottobre del 2014, rimarrà in carica per altri due anni. Sicuramente se ci fosse stato in ballo anche un nuovo presidente il centrodestra avrebbe espresso una preferenza diversa”. Sono queste le parole del Capogruppo di Forza Italia, Angelo Vaccarezza dopo la tornata elettorale che ha segnato un cambio all’interno del consiglio provinciale savonese.

“Sono state scritte alcune imprecisioni relativamente al disegno politico di questa nuova provincia: sicuramente, nel rispetto dei 298 mila cittadini, non “forzeremo la mano” per avere incarichi o “poltrone” varie per mantenere un posto. Quando io parlo di cambio di passo non mi riferisco certo alla mai esistita intenzione di stringere alcun accordo con il partito Democratico; non nascerà alcuna coalizione, nessuna alleanza, nessun assurdo “inciucio” con un partito così lontano da noi sia nell’interpretazione della politica che delle modalità di gestione di un ente ed è in quest’ottica che abbiamo intenzione di governare”.

“Fra le cose che noi intendiamo cambiare, in primis c’è il rapporto con i territori che deve essere più stretto, soprattutto con l’entroterra, che negli ultimi due anni maggiormente ha risentito della mancanza di contatto con l’ente di secondo grado che per primo avrebbe dovuto curarsene e non lo ha fatto. I nostri amministratori provinciali sanno di avere una responsabilità: essere disponibili sempre nei confronti della gente, il nostro interesse è esclusivamente legato alla tutela, allo sviluppo e alla difesa del territorio provincia e non della Provincia” aggiunge il capo gruppo di Forza Italia in Regione.

“La presidente Monica Giuliano in questo, altro non potrà fare se non essere d’accordo e seguirci. La Regione Liguria ha dimostrato in questo ultimo anno e mezzo, da quando Giovanni Toti è il nuovo Governatore, un’attenzione eccezionale per il territorio savonese: dallo stanziamento extra per i Comuni colpiti dall’alluvione, alle risorse rese disponibili per la riqualificazione degli impianti sportivi di cui beneficiano molti comuni per un totale di 375 mila euro e sono solo le ultime due di una serie di iniziative sviluppate e realizzate”.

“Il nuovo ente dovrà essere il naturale tramite fra Regione e Comuni per dare il massimo risultato nell’interesse della gente: su questa base noi possiamo ragionare, ma su qualsiasi altra base, decliniamo l’invito della presidente, che tale è e tale resterà. Sono convinto che accoglierà volentieri il nostro appello” conclude Vaccarezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.