IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primo Consiglio provinciale del Giuliano-bis: ecco i capigruppo, possibile tandem per le deleghe

Bilancio e strade, ma anche trasporto pubblico locale e rifiuti: le priorità della Provincia di Savona

Provincia. Con il primo Consiglio provinciale post elezioni di oggi pomeriggio a Palazzo Nervi è partito il nuovo corso della Provincia di Savona. In attesa della definizione delle deleghe dei rispettivi consiglieri e dell’attesa nomina della vice presidenza (che è facoltativa), sono stati nominati i tre capigruppo delle liste che hanno partecipato alla consultazione elettorale di secondo grado: per “Cambiamo la Provincia” è stata nominata la loanese Luana Isella, per la lista “Uniti per la Provincia” è stato indicato il sindaco di Quiliano Alberto Ferrando, mentre per la lista il “Levante della Provincia” è stato nominato il sindaco di Celle Ligure Renato Zunino.

“Quello di oggi è stato un primo confronto conoscitivo con i consiglieri eletti, un primo passaggio per guardare assieme le priorità dell’ente. Ora con la nomina dei capigruppo vedremo l’assegnazione delle deleghe e degli incarichi. La mia proposta è quella di deleghe in tandem, ovvero due consiglieri, di schieramenti opposti, che si occupino di una materia di competenza della Provincia. Anche per la vice presidenza valuteremo con i capigruppo” dice il presidente Monica Giuliano.

Nel mandato precedente, 2014-2016, il vice presidente era a rotazione, ogni sei mesi, ma per i prossimi due anni potrebbe non essere più così, con una nomina univoca per l’intero mandato.

“Devo dire comunque che siamo partiti con il piede giusto e l’approccio di tutti è stato costruttivo e propositivo. Abbiamo già messo sul tavolo tematiche importanti che riguardano il futuro dell’ente, a cominciare dal bilancio (e quindi le strade provinciali e le scuole): la Provincia deve essere messa in condizioni di operare e svolgere le sue funzioni e su questo lotteremo congiuntamente per ottenere le risorse necessarie” aggiunge il numero di Palazzo Nervi.

“E poi il piano di razionalizzazione deciso dal Cda di Tpl Linea: sul trasporto pubblico locale bisognerà far fronte prima possibile e dare certezze ai lavoratori e al servizio per l’utenza. Infine il piano provinciale dei rifiuti, tema delicato per il quale servirà una rapida azione di coordinamento della Provincia per fornire garanzie sul fronte delle tariffe e della raccolta” conclude Giuliano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da anto03

    SE FA COMA A VADO POVERA PROVINCIA…..CHE GIA’ FA SCHIFO

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.