IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La stabilità del viadotto “Bormida” della A6 finisce in consiglio regionale

Andrea Melis (M5S) ha chiesto di verificare la presenza di degradi o danneggiamenti strutturali intervenuti nell’assetto statico della struttura

Regione. Nel corso del consiglio regionale di questa mattina Andrea Melis (Movimento 5 Stelle) ha illustrato un’interrogazione, sottoscritta dall’intero gruppo, con la quale ha evidenziato che tra ottobre e novembre 2016 sono state pubblicate su diversi social media segnalazioni di cittadini preoccupati per lo stato delle gabbie d’acciaio e dei piloni sul viadotto Bormida di Mallare, nel tratto autostradale A6. Il consigliere ha chiesto alla giunta se conosca le segnalazioni e di attivarsi presso i ministeri competenti affinché venga garantita la realizzazione delle opere infrastrutturali assicurate dalla concessionaria “Autostrada Torino-Savona spa”.

Il consigliere ha chiesto, inoltre, di fare verifiche con prove di carico dinamiche per accertare la presenza di degradi o danneggiamenti strutturali intervenuti nell’assetto statico della struttura.

Per la giunta ha risposto l’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone il quale ha precisato che non esiste una competenza regionale sulla manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere autostradali e ha, quindi, illustrato la relazione giunta dalla Società Torino-Savona che, in merito al viadotto, ha assicurato che i degradi “riguardano le sole parti corticali dei calcestruzzi e non alterano in alcun modo la resistenza e la stabilità dell’opera”.

L’assessore ha inoltre comunicato di avere segnalato il caso all’ufficio ispettivo del ministero delle infrastrutture il quale ha spiegato che gli interventi sui viadotti vengono realizzati in seguito ad una esplorazione visiva mentre eventuali manutenzioni straordinarie sono vincolate al piano industriale triennale, attualmente in approvazione al ministero stesso. Giampedrone ha comunque garantito la vigilanza della Regione sulla questione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.