Albenga: area non autorizzata per la vendita di auto, il Comune ordina il ripristino dei luoghi - IVG.it
Ai raggi x

Albenga: area non autorizzata per la vendita di auto, il Comune ordina il ripristino dei luoghi

Intimato il ripristino dei luoghi utilizzato come deposito per la vendita di veicoli usati

auto usate

Albenga. Mancano le autorizzazioni e così l’area occupata per la compravendita di autoveicoli usati messa in piedi ad Albenga deve essere ripristinata ad uso solo agricolo.

Lo prevede un’ordinanza firmata il 12 gennaio dal Comune e in particolare l’area pianficazione e sviluppo infrastrutturale che ha trasmesso il documento anche ai comandi di Albenga della polizia stradale e della polizia municipale, ma anche alla Procura della Repubblica e alla Provincia di Savona-Ufficio Abusi.

A finire nel mirino del Comune sono stati M.G. e R.F. Già a luglio, in Comune era arrivato un verbale trasmesso dalla polizia stradale con il quale veniva segnalato che in un terreno di Albenga veniva esercitata da parte di M.G., un’attività di compravendita di veicoli usati in assenza della prescritta segnalazione di inizio attività. Dopo la notifica del verbale anche l’Ufficio Attività Produttive del Comune ha comunicato di aver avviato un procedimento che è sfociato nel divieto di prosecuzione dell’attività perché ritenuta irregolare.

M.G. tuttavia aveva precisato che l’area era di proprietà della concessionaria di R.F. utilizzata come deposito/parcheggio senza accesso al pubblico e non utilizzata per lo svolgimento di attività di vendita che “invece viene eseguita nella sede operativa di Imperia”.

Ma ecco che il Comune ha deciso di andare fino in fondo alla vicenda notificando una nuova ordinanza per il “ripristino dello stato originario dei luoghi anche mediante la rimozione di auto e roulotte presenti in zona”. I proprietari potranno ricorrere al Tar o al Presidente della Repubblica.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.