Savona, i Verdi all'attacco sul Crescent 2: "Nuova colata di cemento" - IVG.it
Parere contrario

Savona, i Verdi all’attacco sul Crescent 2: “Nuova colata di cemento”

L'accusa: "Come può il consiglio comunale votare liberamente se c'è il timore di una richiesta danni da parte del privato"

crescent savona

Savona. “In queste ore a Savona si sta assistendo ad uno strano gioco delle parti: domani si voterà in consiglio comunale il via libera alla pratica del Crescent 2. Per la città significherà una nuova colata di cemento mentre in Comune maggioranza e opposizione del PD voteranno a favore con diversi motivi ovvero i primi sosterranno che, arrivati a questo punto, il via libera è un atto dovuto pena il rischio di una pesante richiesta di danni da parte dei soggetti privati mentre il PD esprimerà il proprio voto favorevole dato che la pratica era stata sviluppata dalla precedente amministrazione”. Così i Verdi savonesi ricostruiscono quello che sta accadando intorno alla pratica del Crescent 2 in Darsena.

“In questa vicenda Noi verdi non riusciamo a capire quale sia il ruolo del Consiglio Comunale poiché o esso deve esprimere senza costrizione la libera espressione democratica delle cittadine e dei cittadini o sinceramente non capiamo come possa una libera istituzione democratica scegliere e votare liberamente con il rischio di una possibile richiesta di danni da parte del privato eventualmente interessato” aggiungono i Verdi Savonesi.

“Noi Verdi continueremo comunque il nostro ruolo di opposizione insieme al gruppo civico Noi per Savona per l’affermazione di principi di democrazia, rispetto delle istituzioni liberamente elette e soprattutto per opporsi alla continua cementificazione del suolo in nome di principi di tutela e conservazione del territorio” concludono i Verdi Savonesi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.