IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, i militi di Croce Rossa e Croce Bianca si travestono da Babbi Natale per i bimbi del San Paolo

I volontari hanno consegnato ai pazienti della pediatria i giocattoli donati dal negozio Disneyland: insieme a loro il sindaco Caprioglio e l'assessore Marozzi

Savona. Questa mattina i bambini del reparto di pediatria del San Paolo di Savona hanno ricevuto la visita di alcuni Babbo Natale molto speciali: i militi della croce bianca e della croce rossa, accompagnati dal sindaco Ilaria Caprioglio e dall’assessore alle politiche giovanili Barbara Marozzi.

I militi hanno consegnato ai piccoli pazienti del reparto alcuni giocattoli donati dal negozio Disneyland di via dei Vegerio. Le due pubbliche assistenze hanno organizzato questa piccola sorpresa lavorando gomito a gomito, anche per dimostrare quanto sia importante e fondamentale la collaborazione tra diverse associazioni e realtà che operano a favore degli altri.

Alla visita, come detto, ha partecipato anche il primo cittadino savonese: “Mi ha fatto piacere partecipare – ha spiegato Caprioglio – specie perché l’invito è arrivato dalla croce rossa e dalla croce bianca insieme. E’ stato molto bello: ciò che sto cercando di fare in questi mesi è proprio cercare di mettere tutti seduti intorno a un tavolo, per lavorare e remare tutti nella stessa direzione”.

“Alcuni dei bambini erano un po’ spaventati da questa invasione di babbi Natale, ma è stato bello farli pescare nel sacco, far scegliere loro i regali. Una bimba tenerissima aveva preso un pacchetto più piccolo e lo ha rimesso a posto e ne ha scelto uno più grande”.

“Credo che almeno una volta ogni sei mesi dovremmo tutti fare un giro negli ospedali e in pediatria – ha proseguito Caprioglio – Per comprendere quali siano i reali problemi. Io ero stata in pediatria come mamma e posso dire che quello di Savona è un reparto meraviglioso. Oggi avevo necessità di esserci per salutare alcuni medici che conosco e sono amici e soprattutto portare un sorriso e un augurio ai bambini e ancora di più ai genitori, che in quei momenti vivono grandi attimi di apprensione e totale impotenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.