Magliolo, due mesi di buio e silenzio: la scomparsa di Luca Catania resta un mistero - IVG.it
Nessuna novità

Magliolo, due mesi di buio e silenzio: la scomparsa di Luca Catania resta un mistero

Nessuna pista ha portato alla soluzione del giallo, il carabiniere sembra svanito nel nulla: intanto la Procura militare ha avviato un procedimento per diserzione

luca catania chiave

Magliolo. Due mesi. E’ il tempo trascorso dalla mattina del 7 ottobre scorso quando il carabiniere Luca Catania è scomparso da Magliolo. Da quel giorno di lui non si hanno più notizie: il militare sembra essere letteralmente svanito nel nulla.

Le uniche certezze sono che Catania, 46 anni, quella mattina è uscito di casa a piedi e con la pistola d’ordinanza, ma senza portare con sé documenti, soldi, telefonino e il suo marsupio con tutti gli effetti personali. Il carabiniere non ha lasciato nessun messaggio o traccia che potesse aiutare a capire cosa gli sia successo.

Dal momento in cui la moglie, preoccupata non vedendolo tornare a casa, ha dato l’allarme Luca Catania è stato cercato ovunque, ma senza successo. Né le ricerche nei boschi di Magliolo, né gli accertamenti investigativi sulla vita dell’uomo hanno dato risposte agli inquirenti. Sui computer e sul cellulare del carabiniere non sono stati trovati riscontri utili e nemmeno dalle audizioni dei suoi amici e conoscenti. Apparentemente quella di Catania era una vita tranquilla e senza segreti.

In Procura resta aperto un fascicolo a carico di ignoti per sequestro di persona: gli investigatori hanno battuto tutte le piste possibili, ma finora nessuna ha permesso di trovare risposte su una sparizione che resta avvolta nel mistero. Dalle verifiche sui conti del militare è emerso soltanto che Catania aveva stipulato un piccolo finanziamento, ma si parla di importi contenuti che non giustificherebbero un allontanamento volontario o un gesto estremo.

Parallelamente all’indagine della Procura, dopo l’inevitabile segnalazione dei colleghi dell’Arma nei confronti di Catania è stato avviato un procedimento dalla Procura militare di Verona per diserzione (che scatta quando un militare si allontana dal servizio senza autorizzazione e rimane assente per cinque giorni consecutivi). [tag name =”Carabiniere scomparso”]

In questi due mesi anche la trasmissione “Chi l’ha visto?” si è occupata del caso del carabiniere scomparso da Magliolo. Proprio ai microfoni di Rai Tre, la moglie del militare ha mostrato una chiave che ha ritrovato nel comodino di Luca, nascosta tra braccialetti e cianfrusaglie.

“Questa è l’unica cosa che ho trovato” aveva spiegato la signora Silvana. La chiave, come hanno chiarito anche gli inquirenti, è di un lucchetto ormai finito fuori produzione da anni. La moglie di Catania però non ha idea di cosa apra anche perché in casa non ci sono lucchetti se non una catena per la bicicletta.

La scomaprsa di Luca Catania, quindi, continua ad essere avvolta nel mistero. Così come un mistero al momento restano le motivazioni che hanno portato il carabiniere ad allontanarsi, quella mattina, raccontando bugie sia alla moglie (a cui ha detto di dover andare ad un corso per lavoro) sia in caserma (dove ha sostenuto di essere ammalato). A infittire ulteriormente il tutto la scelta di portare con sé la pistola d’ordinanza e le chiavi di casa lasciando però nella propria abitazione il marsupio ed il telefonino, a cui pochi giorni prima aveva completamente cancellato la memoria. Perché? Per togliersi la vita, per fuggire, per incontrare qualcuno?

I genitori di Luca non riescono a darsi pace. “Il giorno prima della scomparsa è passato da noi per prendere dell’insalata e dell’olio – racconta il padre in lacrime alla giornalista – e si è comportato come sempre… Io non riesco a capire cosa sia avvenuto dopo, mi son già fatto mille idee ma non riesco proprio a capire. Era sereno e tranquillo come gli altri giorni”. Un figlio amorevole, un marito e padre felice, un carabiniere modello: così lo ricordano i suoi cari. E così la sua scomparsa resta senza risposta.

leggi anche
Luca Catania
Ancora niente
Carabiniere scomparso, inutili anche i sopralluoghi con l’elicottero: si indaga nella vita di Luca Catania
Luca Catania
Possibile svolta?
Magliolo, la scomparsa di Luca Catania: il giallo nel pc del carabiniere
Carabiniere scomparso da casa a Magliolo: le ricerche
Mistero
Cadavere ritrovato a Magliolo: sono i resti di Luca Catania? Esame del dna per svelare l’identità
Luca Catania
Ultimo saluto
La salma del carabiniere Luca Catania torna alla famiglia, sabato i funerali a Magliolo
funerale luca Catania
Ultimo saluto
Magliolo, oltre 150 persone per l’ultimo saluto a Luca Catania

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.