Aveva 60 anni

Jazz in lutto a Savona, si è spento Terrence Agneessens

Eccellente pianista, era estremamente noto in città anche come insegnante di inglese e per la sua storia nel baseball

terrence agneessens

Savona. Ha lottato contro il cancro per tre anni, in una battaglia condotta sempre con il sorriso sulle labbra, così come era abituato ad affrontare la vita. Alla fine, però, “Terry” (come lo chiamavano tutti) si è dovuto arrendere. E così Terrence Agneessens, americano di nascita ma ligure d’adozione, si è spento ieri a 60 anni lasciando sgomenti tutti coloro che lo conoscevano e che, nonostante tutto, mai si sarebbero aspettato questa fine.

Nato a Chicago e cresciuto a Los Angeles, Terry viveva ormai da anni a Savona. Era una persona estremamente nota in città e in tutto il savonese, grazie alle sue molte vesti: quella sportiva (ha giocato e poi arbitrato a lungo a baseball, contribuendo a diffondere questo sport a livello locale), quella di traduttore (in quanto madrelingua era sempre molto richiesto, e più volte aveva prestato la propria voce anche come doppiatore), quella da insegnante (in Italia ovviamente di inglese, ma all’estero aveva insegnato anche matematica).

E, in primis, quella di musicista ed artista: Terry infatti negli ultimi anni era conosciuto soprattutto come pianista dei Portland Partners Jazz Experience, formazione che si esibisce da tempo in tutta la Riviera e non solo. Ogni invito ad uno dei loro concerti si concludeva immancabilmente con la stessa frase: “Hope to see you there… Terry”. E in tanti accorrevano per sentirlo suonare, sempre con quell’inconfondibile sorriso sulle labbra.

Il sorriso, infatti, è la cosa principale che gli amici ricordano di lui: a decine in queste ore scrivono sulla sua bacheca, ripercorrendo i momenti insieme e descrivendo il ritratto di una persona poliedrica ed estremamente solare, sempre ottimista, un insegnante di vita prima che di nozioni. “‘Sorridi sempre alla vita’ era il suo motto”, ricorda qualcuno.

Il funerale si terrà giovedì: la salma partirà alle 10:45 partiremo dall’obitorio del S.Paolo di Savona per andare al cimitero di Zinola, per una cerimonia laica. Lascia la moglie Angela, i figli Alessio con Laura e Riccardo con Karolina, il papà, la sorella e i parenti.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.