IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli albergatori savonesi chiedono a Berrino un protocollo d’intesa per migliorare la competitività del settore foto

Il presidente dell'Unione Albergatori della Provincia di Savona vuole approfittare dei segnali di ripresa del settore turistico

Savona. Un protocollo d’intesa per sfruttare il momento di ripresa del settore turistico e prendere in “contropiede” la crisi. E’ la proposta che questo pomeriggio gli albergatori savonesi aderenti all’Upa hanno lanciato all’assessore regionale al Giovanni Berrino che hanno incontrato all’Unione Industriali.

“Il nostro messaggio per l’assessore sarà quello di giocare in attacco prima che il nostro settore com’è successo ad altri sia in crisi. Come sappiamo il savonese sta attraversando un momento difficile dal punto di vista economico produttivo, tanto che è stata riconosciuta come area di crisi complessa. Il settore dell’economia del turismo ha sofferto parecchio negli anni scorsi, ma ora sta dando segnali di ripresa: quest’anno la stagione in termini di arrivi e partenze è andata piuttosto bene” spiega il presidente dell’Unione Albergatori della Provincia di Savona, Angelo Berlangieri.

“Per questo motivo noi chiederemo di affrontare la situazione di ripresa e di firmare un protocollo d’intesa per lo sviluppo dell’economia e della competitività del turismo centrato su tre cose: la semplificazione delle norme per favorire gli investimenti e la riqualificazione delle imprese ricettive; un plafond di finanziamento per sostenere proprio la riqualificazione; un intervento per creare infrastrutture, servizi e attività per il rilancio dell’offerta turistica” aggiunge il presidente Upa.

“Tre cose molto semplici e sulle quali noi siamo disposti a lavorare interagire e fare la nostra parte. La nostro proposta, un po’ provocatoria, quindi non aspettiamo di essere di nuovo in crisi ma facciamo sì di utilizzare un settore in crescita per creare sviluppo così da avere un altro settore trainante oltre all’industria” conclude Berlangieri.

“Nell’importante pomeriggio di venerdì sera a Genova sono uscite importanti considerazioni su come si è evoluto il turismo e i turisti negli ultimi anni e sulla necessità di adeguare l’offerta della Liguria e del territorio ligure per intercettare nuovi flussi dall’Italia e dall’Europa e anche dai continenti extra-europei. E’ emersa la forte volontà e la coesione di tutti gli operatori liguri” spiega l’assessore Giovanni Berrino.

“E’ stata la ‘giornata dell’orgoglio del turismo ligure’ e si può considerare il punto di arrivo per un discorso iniziato un anno e mezzo fa al momento della nostra vittoria elettorale. Personalmente lo reputo un punto di partenza per far sì che tutte le associazioni degli operatori turistici della Liguria, insieme alla Regione, possano stabilire una sorta di vademecum di dove bisogna andare e come ottenere i risultati che si vogliono ottenere” prosegue l’assessore regionale al turismo.

“Quindi un pomeriggio importante che proseguirà durante tutto il 2017 con un confronto serrato di cui poi la Regione farà la sintesi per addivenire al turismo del domani. Questo si somma al nuovo piano turistico che sarà presentato agli operatori a gennaio e sarà votato dal consiglio regionale nel corso dell’anno” conclude Berrino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.