22ª edizione

Baseball, i Grizzlies Torino fanno man bassa all’Avis di Cairo

La squadra locale si è piazzata seconda tra i Veterani e quarta tra gli Esordienti

Cairo Montenotte. Domenica 4 dicembre si è svolto il Torneo Avis, appuntamento classico del circuito indoor per il baseball ligure e piemontese, che quest’anno ha coinvolto dodici squadre divise tra Esordienti e Veterani.

È giunto alla 22ª edizione ma, ancora, il Torneo Avis rappresenta il fiore all’occhiello dell’attività invernale della società cairese in campo giovanile e, grazie all’atmosfera sempre particolare, gode di fama e prestigio.

I padroni di casa hanno partecipato ad entrambe le categorie: i Veterani hanno ottenuto un ottimo secondo posto giungendo imbattuti alla finale, mentre gli Esordienti hanno chiuso le ostilità ottenendo un onorevole quarto posto.

Nel categoria degli Esordienti insieme alla Cairese erano presenti Avigliana, Rookies Genova, Grizzlies Torino, Aosta e Sanremo; sul fronte dei Veterani, invece, ad animare la giornata c’erano Sanremese, Grizzlies Torino, Chiavari, Aosta, Sanremo e Cairese.

La formazione biancorossa dei Veterani ha iniziato alla grande la propria performance dominando le fasi di qualificazione ed arrivando alla finalissima senza subire alcuna sconfitta; nell’ultimo incontro, però, i pari età torinesi dei Grizzlies sono riusciti a spuntarla al termine di un match combattutissimo finito 3 a 2. Al termine della giornata Riccardo Satragno è stato premiato come giocatore più utile tra le fila dei valbormidesi, ma tutta la squadra ha ben figurato onorando il torneo con ottime giocate. In vantaggio da subito, la formazione di casa ha ceduto nell’ultima ripresa con la complicità di un paio di distrazioni, opportunità questa che i piemontesi non si sono lasciata scappare, dimostrando di meritare il primato in classifica.

Per quanto riguarda la categoria Esordienti la Cairese si è piazzata al quarto posto, cedendo in finale all’Aosta l’ultima piazza utile per il podio; buona comunque la prova complessiva e ottima la prima uscita assoluta di Malcon Mura, Gioele Strazzarino, Lorenzo Baiunco, Joele Secci ed Alessandra Noto.

In questa ventiduesima edizione i giovani “orsi” di Torino hanno fatto letteralmente “man bassa” conquistando il primo posto in entrambe le categorie ed aggiudicandosi il premio individuale più prestigioso del torneo, l’Mvp.

A seguire, in classifica nei Veterani al secondo posto la Cairese quindi Chiavari, Aosta, Sanremo, Sanremese; negli Esordienti al secondo posto l’Avigliana e poi Aosta, Cairese, e a pari merito Sanremo e Rookies.

Sono stati premiati come campione in erba l’aviglianese Marta Guglielminotti e quale Mvp del torneo la torinese Chiara Falcioni.

Quali giocatori più utili sono stati premiati, tra gli Esordienti, Alessandro Resta (Grizzlies), Alessio Novarese (Avigliana), Gabriel Quintana (Aosta), Carbone (Rookies), Mattia Giuria (Cairese), Arum Garmazzi (Sanremo); tra i Veterani anche Giulio Meloni (Grizzlies), Riccardo Romeo (Aosta), Chiara Ottolini (Sanremese), Mattia Cecchinato (Chiavari), Mattia Liddi (Sanremo).

Durante la premiazione, come di consueto, c’è stato spazio per un premio speciale consegnato ad un amico del baseball: Luigino Della Villa è stato premiato per il suo impegno ultradecennale nel “batti e corri”.

“Anche l’edizione 2016 ha chiuso i battenti – dicono gli organizzatori – e, come tutti gli anni, ciò che più ci colpisce sono la freschezza e l’atmosfera gioiosa di questa manifestazione: più di centocinquanta bambini che scalpitano dentro e fuori dal campo con una energia che contagia; la manifestazione è oltremodo impegnativa nella sua organizzazione, ma sicuramente ricca di emozioni. Un ringraziamento di cuore va alle tante mamme e papà che hanno regalato il loro tempo per permetterne la realizzazione e un grazie a tutti gli arbitri, gli allenatori e i giocatori che hanno contribuito a rendere speciale la manifestazione”.

Alla premiazione erano presenti i vertici dell’Avis cairese che da sempre è vicina al Baseball Cairese, il presidente regionale Maurizio Cechini ed Eugenio De Bon, un amico che ogni anno regala la sua affettuosa presenza.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.