Varazze, la querelle tra il Comune e il comprensorio Piani d'Invrea approda in Cassazione - IVG.it
Braccio di ferro

Varazze, la querelle tra il Comune e il comprensorio Piani d’Invrea approda in Cassazione

Il comprensorio dei Piani d’Invrea sostiene che il Comune di Varazze è proprietaria di alcune quote millesimali in quell'area

Varazze - comune

Varazze. La delibera di giunta è la 206. Un atto col quale si decide ufficialmente di ricorrere in cassazione contro il comprensorio dei Piani d’Invrea, il cui amministratore chiede da anni al Comune il pagamento delle spese di gestione ovvero 240 mila euro, un debito che si sarebbe accumulato negli anni.

Ora l’amministrazione comunale ha deciso di ricorrere al giudizio degli Ermellini affidandosi a due legali di Savona perchè possano risolvere una questione diventata delicata quanto complessa. Il comprensorio dei Piani d’Invrea sostiene che il Comune di Varazze è proprietaria di alcune quote millesimali in quell’area e in particolare del parcheggio della Baia del Corvo e di un terreno nei pressi del condominio Giardini del Beigua. Uno dei due terreni, infatti, è stato trasformato in parcheggio che in estate è a pagamento. Ecco perchè l’amministratore del condominio chiede al Comune che versi le quote condominiali di competenza.

Dopo le sentenze di primo e secondo grado ora si è arrivati al terzo grado di giudizio che si dovrà esprimere su u contenzioso andato avanti negli anni a colpi di perizie e consulenze tecniche.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.