Serie a1

Trieste e Savona, l’equilibrio la fa da padrone: finisce con 7 reti per parterisultati

Buon pareggio per i biancorossi nella vasca della squadra che li tallona in classifica

Prorecco-Rari Nantes Savona Pallanuoto Serie A1

Savona. Al termine di una settimana difficoltosa, nella quale un allenamento è saltato per la chiusura della “Zanelli” causa allerta meteo, la Rari Nantes Savona ha portato a casa un buon pareggio da Trieste, dov’era ospite di una squadra che quest’anno è ancor più competitiva rispetto a quella che, la scorsa stagione, ben figurò nel suo primo anno in Serie A1.

La classifica lo testimonia: i savonesi, che stanno disputando un ottimo campionato, si trovano ora in quinta posizione con 12 punti. Trieste è sesta, a quota 10 punti. Oggi le due compagini hanno confermato di equivalersi, pareggiando 7 a 7. Per la Rari Nantes Savona è già il terzo pari in questo torneo, in sette incontri giocati.

Si gioca davanti ad oltre novecento spettatori. Ad aprire le marcature, dopo 1’27”, è Lorenzo Bianco in superiorità numerica: sarà l’unica andata a buon fine per gli ospiti. Passano 34″ e gli risponde Elez trasformando un rigore. Vukcevic porta in vantaggio Trieste; Sadovyy ristabilisce la parità. Il primo tempo si chiude sul 2 a 2.

Nella seconda frazione Milakovic porta due volte avanti il Savona, segnando in entrambe le occasioni a uomini pari. I giuliani pareggiano prima con Petronio e poi con Giorgi.

Nel terzo tempo le due squadre stentano in fase offensiva. La Carisa, che nell’ultimo incontro era stata quasi perfetta nelle azioni con l’uomo in più, oggi è disastrosa. A 46″ dalla penultima sirena gli ospiti passano a condurre con un gol di Rocchi; rimedia Gounas segnano un tiro dai cinque metri.

Se la Rari ha la colpa di non essere efficace in sette contro sei, almeno ha il merito di commettere pochissimi falli gravi. Su uno di essi, però, arriva il gol del nuovo vantaggio triestino, ad opera di Petronio. La replica è affidata a Ravina. A 1’15” dalla fine dell’incontro i padroni di casa sono nuovamente in vantaggio grazie alla rete di Petronio, top scorer della partita. Ad evitare la sconfitta ai savonesi ci pensa Gounas, indovinando il tiro vincente a 25″ dal termine.

La gara, nella quale nessuna delle due squadre è mai riuscita ad andare in vantaggio di 2 reti, termina con un risultato di parità, frutto di quattro parziali finiti tutti in pareggio.

“È stata una di quelle partite che avvicinano il pubblico alla pallanuoto: molto bella ed intensa tra due squadre che volevano vincere – afferma Alberto Angelini -. Come spesso accade tra di noi o finisce sul filo di lana oppure si pareggia come l’anno scorso. Devo dire che oggi ai punti forse avrebbe meritato qualcosa di più il Trieste, ma non ha avuto la forza di darci il colpo del ko. Noi siamo stati bravi a crederci fino alla fine, abbiamo sbagliato un po’ di uomini in più che potevano tenerci a galla prima”.

Sabato 3 dicembre, nella piscina comunale “Zanelli” di Savona, la Carisa Savona affronterà lo Sport Management. L’inizio dell’incontro è fissato alle ore 18.

Il tabellino:
Pallanuoto Trieste – Carisa Rari Nantes Savona 7-7
(Parziali: 2-2, 2-2, 1-1, 2-2)
Pallanuoto Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio 3, Ferreccio, Giorgi 1, Giacomini, A. Di Somma, Rocchi 1, Vukcevic 1, Elez 1, Mezzarobba, Obradovic, Vannella. All. Stefano Piccardo.
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, A. Giunta, Damonte, L. Giunta, L. Bianco 1, Ravina 1, L. Mistrangelo, Milakovic 2, G. Bianco, Gounas 2, Piombo, Sadovyy 1, Missiroli. All. Alberto Angelini.
Arbitri: Filippo Gomez (Napoli) e Antonio Pascucci (Maddaloni). Delegato Fin: Dante Saeli (Mestre).
Note. Usciti per tre falli: Rocchi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Trieste 2 su 5 più 1 rigore segnato, Savona 1 su 10 più 1 rigore segnato.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.