IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tpl, blocco delle assunzioni e scatta la mobilitazione dei lavoratori: “Situazione insostenibile”

Faccia a faccia con i sindacati il prossimo 17 novembre: il "rimpallo di responsabilità" tra azienda ed enti proprietari

Più informazioni su

Savona. Blocco del piano assunzioni a Tpl Linea dopo l’accordo per l’esodo di una parte dei lavoratori a seguito degli introiti del fondino regionale e rimpallo di responsabilità tra gli enti proprietari e l’azienda in merito alle risorse da mettere in campo per adeguare il personale, sulla base di una intesa che era stata raggiunta anche in sede di Unione Industriale lo scorso 13 ottobre.

La difficile situazione del trasporto pubblico locale savonese e le possibili pesanti ricadute sui lavoratori e l’utenza restano al centro di una vertenza che vedrà un primo faccia a faccia per il prossimo 17 novembre, con un incontro richiesto dalle organizzazioni sindacali di categoria, che hanno espresso massima preoccupazione: “Esprimiamo forte preoccupazione sia per la volontà da parte dell’azienda di non rispettare l’accordo per l’esodo, sia per gli interventi che si preannunciano come sub-concessioni, esternalizzazioni con possibili ricadute a carico sia delle condizioni economiche e normative dei lavoratori, sia dell’utenza” affermano Filt-Cgil, Fit-Cisl , Uiltrasporti e Faisa-Cisal Savona.

“I sindacati ritengono insufficiente e inadeguato il modo con cui la Provincia di Savona e le Amministrazioni Comunali affrontano le problematiche del trasporto pubblico locale nella nostra provincia, basandosi esclusivamente su logiche di meri tagli che si ripercuotono sull’utenza e sui lavoratori senza il confronto con le parti sociali, che vengono costrette a recepire informazioni sullo stato dell’arte solo ed esclusivamente dagli organi di informazione”.

“Vogliamo verificare l’immediata disponibilità di risorse economiche, tempi e contenuti per la predisposizione dell’Accordo di Programma e del bando di gara, e lo stato dell’arte sulla dismissione delle quote azionarie della Provincia”.

“Proprio per questi motivi le organizzazioni sindacali, unitariamente con le Rsu, di fronte al tardivo invito di incontro da parte degli enti proprietari e della cecità dell’azienda, useranno tutti gli strumenti possibili per difendere il lavoro e far sì che il trasporto pubblico non venga ridimensionato”.

“Gli avvenimenti fin qui succedutisi, purtroppo, non lasciano presagire prospettive di normali relazioni sindacali, vuoi per il mancato rispetto degli accordi appena stipulati – prassi che Tpl Linea sembra copiare ad esempio da ATP Esercizio con il subentro nella gestione da Autoguidovie italiane e che sta dando luogo a vertenze sindacali – vuoi per la tardiva disponibilità al confronto degli Enti Locali e tutto ciò lascia presupporre la necessità della mobilitazione dei lavoratori a difesa del trasporto pubblico locale savonese” concludono i sindacati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.