IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Referendum costituzionale, il “Tour del No” arriva a Mallare foto

L'evento è organizzato dal Comitato civico “Cairo per il NO che serve” in collaborazione con la Federazione Valbormidese dei Comitati per il NO

Mallare. Il “Tour del NO”, organizzato dal Comitato civico “Cairo per il NO che serve” in collaborazione con la Federazione Valbormidese dei Comitati per il NO, fondata da Christian De Vecchi e Francesco Garofano, dopo l’incontro della scorsa settimana a Carcare, alla presenza del Sindaco, Franco Bologna, e dell’Assessore regionale alla Cultura, Ilaria Cavo, prosegue.

Mercoledì 23 novembre, alle ore 20,45, presso la Sala Consiliare del Comune di Mallare, si svolgerà il decimo incontro pubblico teso ad illustrare ai cittadini valbormidesi le ragioni del NO al referendum costituzionale che si terrà il 4 dicembre.

Alla serata parteciperanno, in qualità di relatori, Paolo Ardenti, coordinatore regionale dei Comitati per il NO del Centrodestra, Alfio Minetti, delegato della sezione savonese del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale nonché storico dirigente locale dell’ANPI, e Christian De Vecchi, co-fondatore della Federazione Valbormidese dei Comitati per il NO.

L’incontro verrà introdotto dall’intervento del Vicesindaco di Mallare, Giacomo Germano. Il portavoce di “Cairo per il NO che serve”, Alberto Bonifacino dichiara: “Continua la serie di incontri pubblici su tutto il territorio della Valbormida finalizzati a portare ovunque nelle nostre valli la voce delle ragioni del NO al referendum costituzionale. Anche a Mallare, come abbiamo fatto nelle precedenti serate, ci mobilitiamo per informare i cittadini sulle nefaste conseguenze che avrebbe sulla nostra democrazia l’approvazione della “deforma” Renzi-Boschi”.

“Il nostro approccio al tema è e rimane del tutto civico e trasversale e si concentra sulle gravi deficienze, nel merito, del progetto governativo, che mina la sovranità dei cittadini elettori e riporta l’Italia sulla strada del centralismo. Dopo Mallare, concluderemo il nostro “tour” a Cairo Montenotte la sera del 30 novembre” conclude Bonifacino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.