IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

La chiusura del Museo Archeologico: un atto gravissimo

Più informazioni su

La chiusura del Museo Archeologico di Savona decisa dalla Giunta guidata da Ilaria Caprioglio rappresenta un atto gravissimo, perpetrato nei confronti della città e della cultura savonese con riflessi fortemente negativi sia per l’immagine di Savona sia rispetto l’aspetto economico, di cui l’arte e la cultura sono notoriamente un significativo volano.

Purtroppo per i savonesi la prevalenza in questa Giunta di forze politiche con poca o nessuna sensibilità verso il patrimonio storico e culturale della città porta inevitabilmente a provvedimenti di questo tipo. Benché la Sindaca si sia più volte accreditata come persona di cultura, appartenente a circoli ed associazioni che promuovono questo valore, evidentemente non ha esitato ad allinearsi alla parte più demagogica e populista del suo schieramento che con miopia vede nel Museo Archeologico un fardello e non un occasione per la Città. D’altra parte, c’era da aspettarselo: atteggiamenti demagogici e populisti si erano già visti nei confronti del problema della sicurezza e dei migranti; problemi enormemente dilatati rispetto alle dimensioni reali, soprattutto a causa di irresponsabili prese di posizione da parte di qualche Assessore.

Non si possono quindi pretendere particolari sensibilità intellettuali da questa Giunta alla quale occorre ricordare che il Museo Archeologico, attraverso la gestione dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, ha rappresentato e rappresenta un vero e proprio Laboratorio didattico e di ricerca, in virtù delle convenzioni stipulate con Scuola ed Università: un’occasione unica di crescita per i giovani che contribuisce alla valorizzazione di Savona come Luogo della Cultura.

Consci della poca dimestichezza dell’attuale Giunta con i precedenti ragionamenti, ricordiamo allora la recente campagna elettorale, quando l’attuale Sindaca, accompagnata dal Presidente della Regione, lamentava la poca attenzione verso i croceristi, le poche occasioni che si offrivano ai turisti per rendere attrattiva la frequentazione di Savona, la scarsa valorizzazione del Priamar e conseguentemente delle istituzioni che vi sono ospitate, indicando la necessità di agire su tutte queste criticità. Bene, la risposta è la chiusura di una di tali istituzioni: il Museo Archeologico. Leggiamo qualche contraddizione in questo modo di dare attuazione a quanto promesso.

Quindi, a fronte di un risparmio annuale di 52000 €, cifra probabilmente recuperabile attraverso una migliore razionalizzazione della spesa, si vuole chiudere il Museo che, attraverso una efficace attività di promozione, potrebbe sicuramente aumentare i visitatori, contribuire alla permanenza dei turisti in città con innegabili vantaggi economici per tutti gli operatori e possibilità di creare nuovi posti di lavoro; non ultimo migliorare l’immagine della Città: arte, storia, cultura – attraverso corretta gestione – creano ovviamente valore.

L’opinione di Savona Arancione è che il Museo Archeologico di Savona non può essere sottratto ai Savonesi perché, insieme a diverse altre Istituzioni culturali, ne rappresenta l’identità storica e culturale. Cancellarla, anche in parte, vuol dire rendere Savona più anonima, meno attrattiva e questo non lo si può permettere, specie nella difficile congiuntura economica che la Città e tutto il comprensorio stanno attraversando.

“Savona Arancione”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.