IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gran Prix Csen di karate, tre medaglie di bronzo per Wakam

Due le ha ottenute Andrea Molinatto, una Steven Rinaldi

Noli. Trasferta, domenica 30 ottobre, per la ASD Wakam. A Giaveno, in Piemonte, si è svolto il Gran Prix Csen di karate, terza tappa, organizzata da Csen Karate Piemonte sotto l’ottima guida del maestro Vincenzo Lacassia.

Il Gran Prix comprendeva le gare di Kata (forme codificate) e Kumite (combattimento) riservate agli agonisti. A dare un tocco di specialità alla manifestazione, ci ha pensato lo sport integrato: competizione dedicata agli atleti disabili che, senza risparmiarsi, hanno dimostrato a tutti che nulla può fermarci, se solo desideriamo fortemente raggiungere un obiettivo.

La Wakam ha partecipato con tre atleti impegnati sia nel Kata che nel Kumite. E i risultati non sono mancati.

Nella classe Esordienti A (12-13 anni), specialità Kata, Andrea Molinatto ha portato a casa la medaglia di bronzo: risultato ragguardevole per un atleta che impegna le sue energie principalmente nell’allenamento dell’altra specialità, quella del Kumite, che, nella medesima fascia di età, gli ha fruttato ancora un bronzo.

Sempre negli Esordienti A, ma in altra categoria di peso, Steven Rinaldi ha conquistato, anch’egli, la medaglia di bronzo. Ma non è solo la medaglia a fare peso. Resta ancora ben vivida l’emozione per la sua performance. Nel primo incontro ha saputo trovare grinta e determinazione: in un combattimento di ottanta secondi effettivi (come previsto dal regolamento), dallo svantaggio di sei punti a zero, rimontava e superava l’avversario per sette a sei, aggiudicandosi la vittoria. Ottimi anche gli incontri successivi, che gli hanno permesso di raggiungere il podio.

Meno fortunati, ma non meno adrenalinici, i due combattimenti di Manuele Isnardi, classe Seniores: classe difficile e con livelli tecnici altissimi. La sua buona performance, e alcuni spunti tattici, da perfezionare, non sono stati sufficienti per il podio. Nulla di fatto, ma ha potuto testare un’ottima condizione atletica da mantenere e raffinare per le prossime competizioni.

“Ci attende una stagione ricca e articolata, che pare proprio iniziata in modo superlativo” dice Davide Nizza, presidente di Wakam.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.