Gioco d'azzardo, Mantero (M5S): "I Comuni no-slot non devono temere i ricorsi" - IVG.it
La precisazione

Gioco d’azzardo, Mantero (M5S): “I Comuni no-slot non devono temere i ricorsi”

"I ricorsi delle lobby sono solo intimidatori: per il Consiglio di Stato prevale l'interesse sulla salute pubblica"

gioca alle slot machine

Savona. ”I Comuni no-slot non abbiano paura, i ricorsi delle varie lobby sono intimidatori ed hanno il solo scopo di spaventare sindaci che vogliano intraprendere anche loro la via virtuosa contro azzardopoli”. A dirlo è il parlamentare savonese del Movimento 5 Stelle Matteo Mantero.

“Il Consiglio di Stato nelle varie sentenze che hanno dato ragione ai sindaci no-slot, ha dichiarato che è preponderante il dovere di tutelare la salute dei suoi concittadini rispetto al diritto d’impresa” spiega Mantero che poi fornisce le cifre dei danni da “azzardopatie”.

“Il gioco d’azzardo provoca una perdita certificata per lo Stato e l’economia sana pari 3,8 miliardi annui di mancata iva sui consumi. Persone che gettano i loro risparmi nel ‘buco nero’ dell’azzardo, perdendo ogni anno al netto 576 euro, che potrebbero essere spesi nell’economia reale del commercio. Se poi a questo sommiamo i danni sociali causati dall’azzardopatia, la forbice per lo Stato è nettamente in perdita” prosegue il parlamentare pentastellato.

Per Mantero “utilizzando i parametri dello studio dell’Università di Neuchatel per l’Italia parliamo di danni sociali-sanitari pari a 5-6 miliardi l’anno calcolando costi per divorzi, mancati giorni di lavoro, fallimenti economici, assistenza socio-sanitaria”.

leggi anche
Varie Eventi
Ordinanza nel mirino
Savona, l’affondo di Mantero (M5S): “Il sindaco e la Lega tutelino i cittadini e non le lobby del gioco d’azzardo”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.