IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Frana su una villetta a Pallare, un centinaio le famiglie evacuate a Millesimo fotogallery segui la diretta

Il sindaco di Millesimo: "Ancora una notte di apprensione, danni ingenti sul nostro territorio"

Val Bormida. Resta ancora difficile la situazione in Val Bormida per l’ondata di maltempo che sta interessando diverse località, con il timore di nuove piogge nel corso della notte. A Millesimo sono state fatte evacuare un centinaio di persone, tutti i nuclei abitativi in via Roma e in via Mazzini situati vicino al fiume Bormida che nel pomeriggio è esondato in più punti.

Le persone sfollate per ora sono ospitate in parte da parenti e in parte alla “Casa del ragazzo” con attrezzature della Protezione civile regionale. Il presidente Toti ha già contattato il sindaco Pietro Pizzorno per sapere la situazione nel territorio di Millesimo dopo la forte ondata di maltempo.

Si teme che altra pioggia possa cadere su un terreno già saturo, provocando altri danni. “La situazione è certamente ancora critica anche se il livello del Bormida è sceso e l’evacuazione è stata decisa a titolo precauzionale che in previsione di altre possibili piogge. In tutto il territorio abbiamo frane, smottamenti e diversi disagi alla viabilità, numerosi gli allagamenti che hanno interessato anche il nostro tessuto industriale”.

“Stiamo monitorando anche la situazione sulla diga di Tirreno Power a seguito di un problema tecnico che ha riguardato uno delle due serrande rimaste bloccate. Per tutta la notte continueremo l’azione di monitoraggio” conclude il primo cittadino di Millesimo.

E sempre in Val Bormida, dopo i gravi disagi a Dego e Murialdo, anche a Pallare il maltempo ha provocato una smottamento franoso che ha investito una villetta in via Contei, con la famiglia che è stata evacuata in quanto l’abitazione ormai inagibile a seguito della frana. Sicuramente l’evento franoso avrebbe potuto avere conseguenze anche più gravi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.