IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Enrico Gazzola e Lorella Brondo, quasi podio europeo a Kosice

Quarto posto, a un soffio dal podio, per gli specialisti della wheelchair dance conbo savonesi; la loro avventura europea è segnale forte per la crescita del movimento

Savona. Circa cento competitori da quindici paesi europei hanno preso parte a Kosice, in Slovacchia, ai campionati europei di wheelchair dance, organizzati dal comitato Ipc della Slovacchia.

I campionati europei di Wheelchair Dance Sport si sono conclusi domenica sera a Kosice, seconda città della Slovacchia, nonché città dello Europea dello sport 2016. Gli atleti presenti si sono esibiti in tutte le specialità previste dall’ IPC, International Paralympic Committee, in pratica il CIP internazionale, che riconosce tra le sue specialità la danza in carrozzina, ossia la wheelchair dance.

Un tripudio di luci, suoni, colori e danze hanno dato vita a questa competizione, dove ancora una volta a dimostrare la loro superiorità sono stati gli atleti ucraini e polacchi. Anche l’Italia si è comportata bene, passando tutte le semifinali e piazzando in finale tutti i suoi atleti, segno che il movimento sta iniziando a consolidarsi anche a livello internazionale: la strada è ancora molta, ma atleti, coreografi, tecnici e accompagnatori, hanno visto le crescenti chance in un prossimo futuro.

Per gli Europei 2016 l’Italia, la FIDS federazione Italiana Danza Sportiva, era rappresentata da ben sette atleti, che si sono esibiti e combattuti sia in duo combi, ossia atleta in carrozzina e atleta in piedi, standing, in gergo tecnico, che in assoli.

Tutti gli italiani si sono ben classificati e hanno conquistato le finali, senza purtroppo conquistare il podio, dominio assoluto degli atleti ucraini, polacchi e slovacchi. Questo senz’altro sarà uno stimolo per avvicinarsi a questi mostri sacri , al momento ancora irraggiungibili per gli azzurri.

La provincia di Savona era presente con il due conbi Enrico Gazzola e Lorella Brondo, che si sono esibiti sulle note di MyWay, con la coreografia di Edo Pampuro, sfiorando alla fine anche il podio europeo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.