IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comitato utenti Trenitalia: “C’è l’allerta rossa, lo sciopero deve essere rimandato”

E' in programma dopodomani; chiesto l'intervento del prefetto e degli organi istituzionali

Savona. Rimandare lo sciopero dei treni con l’allerta è una priorità. Il Comitato utenti Trenitalia del ponente lo afferma a gran voce anche a seguito delle previsioni meteo e delle decisioni assunte dalla Protezione Civile. “A maggior ragione – sottolinea Sebastiano Lopes, portavoce del Comitato – è bene che i prefetti e gli altri organi istituzionali deputati intervengano in modo chiaro e metto per sospendere lo sciopero indetto per venerdì prossimo”.

Come già annunciato l’agitazione è prevista per la giornata di dopodomani e i pendolari, pur rispettando i “sacrosanti diritti dei lavoratori e dei sindacati che lo hanno proclamato”, hanno chiesto di rinviarlo ad altra data. “Non vogliamo assolutamente entrare nel merito del diritto allo sciopero e tanto meno delle ragioni che lo hanno determinato. Non sta a noi fare valutazioni nel merito, ma chiediamo con forza che questo sia differito ad altra data, successiva al 12 dicembre.
Attraverso la rete dei Comitati Utenti e Pendolari, Federati Assoutenti, chiediamo un intervento dell’Autorità di garanzia per gli scioperi, che da quando fu istituita con la legge 146 del 1990, è chiamata al delicato compito di contemperare due importanti diritti costituzionali: il diritto di sciopero ed il diritto dei cittadini utenti ad usufruire dei servizi pubblici essenziali”.

“Ora la palla deve passare ai prefetti, al governo – dice Lopes – Lo sciopero deve essere rinviato”. Intanto è stato confermato che il Reg. 11354 (Genova Brignole p. 17.35 – Alassio a. 19:08) rientra nei treni garantiti in caso di sciopero nella tratta Genova P. Principe – Alassio. Si informa, inoltre, che in caso adesione del personale alla manifestazione sindacale, la partenza da Genova P. Principe potrà essere ritardata alle ore 18.00. “Ci siamo battuti per questo treno e finalmente possiamo avere un treno che torna a Ponente in caso di sciopero”, dicono dal Comitato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.