Campionato italiano

Andrea Gaia Magnone, il karate vola oltre la disabilità

La giovane della società spotornese si è aggiudicata il titolo nazionale a Fidenza: il progetto KADA prosegue e ottiene il risultato sperato

andrea gaia magnone karate kada

Spotorno. La cronaca della giornata sportiva di sabato 26 novembre della società White Dragon Karate di Spotorno avrebbe potuto raccontare la vittoria di una medaglia d’oro e la conquista di un campionato italiano di karate CSEN, nella gara per il titolo svoltasi a Fidenza (PR), ma questa prima di tutto è la vittoria di Andrea Gaia Magnone: lo scalino più alto del podio rappresenta soprattutto la vittoria contro i pregiudizi e le discriminazioni che il suo essere affetta dalla sindrome di Down le ha comportato.

Aver gareggiato tra, e non contro, ragazzi che con lei condividono forme di disabilità, vincere la paura del giudizio del pubblico che numerosissimo gremisce le tribune in queste occasioni, va ben oltre il valore sportivo della medaglia.

Se la medaglia è principalmente merito di Andrea, grande è la soddisfazione degli allenatori già da anni aderenti al “progetto KADA” (Karate Adatto ai Diversamente Abili), progetto sviluppato all’interno dello stesso CSEN, con referente Delia Piralli, ente di promozione sportiva primo in Italia con 15.000 società iscritte e che per primo ha creduto nella formula dello sport integrato, un progetto europeo per l’attività sportiva di inclusione sociale tra atleti disabili e non disabili, tra giovani.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.