IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Allerta meteo, il presidente della Regione Toti: “Chiederemo lo stato di emergenza” fotogallery

A preoccupare la Regione sono soprattutto alcune piccole frazioni nel savonese

Regione. La Regione Liguria chiederà lo stato di emergenza per i danni causati dall’ondata di maltempo che in queste ore si è abbattuta sul nostro territorio. Ad annunciarlo è il governatore ligure Giovanni Toti tramite la sua pagina Facebook.

Allerta rossa 24 novembre 2016

“Le precipitazioni sono ancora molto abbondanti e hanno colpito prima tutta la zona più a Ponente e poi Savona, ma anche Genova nell’ultima mezz’ora – spiega il governatore – la situazione è critica, ma non drammatica perché sono soprattutto i rii minori ad essere esondati e le poche evacuazioni sono state fatte più che altro a titolo precauzionale”.

“Ho sentito telefonicamente il presidente della Regione Piemonte Chiamparino e, ciascuno per il proprio territorio, presenteremo al governo la richiesta di stato di emergenza: i danni in Liguria sono abbastanza pesanti, anche se non drammatici, con ponti crollati e strade interrotte per frane o smottamenti. Abbiamo convocato per domani a mezzogiorno la giunta regionale per fare il punto della situazione rispetto ai danni provocati da questa perturbazione e delegare l’assessore Giampedrone per la richiesta di stato di emergenza”.

“Da domani saremo in campo – continua l’assessore Giampedrone – per i sopralluoghi nelle zone più colpite e la computa dei danni con i nostri tecnici del dipartimento di Protezione Civile: la situazione è molto critica e perdurerà per tutta la serata e la nottata, l’allerta rossa terminerà infatti nella giornata di domani. Nonostante i molti danni e le criticità importanti sui territori, la macchina della protezione civile ha funzionato e merita un plauso, insieme al Centro Meteo Arpal, per avere contribuito alla gestione dell’allerta e dell’emergenza successiva, facendo in modo che le persone siano state in luoghi sicuri e non si siano messe in condizioni di difficoltà, così da poter commentare ora i numerosi danni, ma nessuna conseguenza per le persone”.

“Tutto ciò è sicuramente frutto di un lavoro fatto dall’amministrazione regionale e di una cultura della sicurezza che sta aumentando. Comunque la sala operativa continuerà a essere aperta e presidiata con i nostri tecnici e con i vigili del fuoco fino al cessata allerta per continuare a supportare i territori e ad accompagnarli”.

Ora a preoccupare la Regione sono soprattutto alcune piccole frazioni nel savonese, che sono isolate. “Comunque hanno acqua e luce e possono essere raggiunte – conclude Toti – nelle prossime ore la situazione sarà ancora serissima, soprattutto fino alla mattinata di domani”.

Dal pomeriggio di domani le condizioni meteo dovrebbero migliorare e quindi si passerà alla fase successiva. “Faremo una computa dei danni, visto che si registrano tantissimi allagamenti e smottamenti e anche molte aziende e attività produttive risultano aver avuto non pochi problemi”, commenta l’assessore alla protezione civile, Giacomo Giampedrone.

Per verificare di persona i danni al territorio, domani mercoledì 25 novembre il presidente della Regione Liguria, Toti e l’assessore Giampedrone effettueranno nel primo pomeriggio un sopralluogo nel savonese, nelle zone più colpite dal maltempo e alle 15 parteciperanno a un vertice in prefettura a Savona con i sindaci del savonese e dell’imperiese per fare il punto della situazione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.