IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, gli alunni delle “Mameli-Alighieri” georeferenzieranno una spiaggia e faranno un censimento dei detriti

L'Istituto Comprensivo Albenga Primo, l'Asd InfoRmare e Reef Check Italia Onlus iniziano il 3 novembre un ciclo di incontri-lezioni inerenti il mare

Più informazioni su

Albenga. “La tutela, la protezione, la valorizzazione del territorio marino partono dalla conoscenza”. Con questa frase, che rappresenta il manifesto d’intenti, l’Istituto Comprensivo Albenga Primo, l’Asd InfoRmare e Reef Check Italia Onlus iniziano il 3 Novembre un ciclo di incontri-lezioni inerenti il mare.

Conoscere, imparare, “giocando” con, appunto, il gioco di Linneo. Di cosa si tratta? “Reef Check Italia Onlus è un’associazione scientifica non lucrativa dedicata alla protezione e al monitoraggio delle spiagge e delle zone costiere” racconta Monica Previati, biologa marina e socia InfoRmare.

“Grazie al protocollo MAC (Monitoraggio Ambientale Costiero) di Reef Check – continua la vice presidente di InfoRmare Susanna Manuele – che la nostra associazione ha condiviso e contribuisce a diffondere, le classi prime della scuola secondaria di Albenga ‘adotteranno’ una spiaggia”.

Il “gioco” di Linneo infatti consisterà nell’identificare una spiaggia di Albenga, georeferenziarla, misurarla e, attraverso strumenti costruiti dagli stessi ragazzi, eseguire un censimento di ciò che si è spiaggiato in quella parte di litorale.

I dati, raccolti attraverso apposite schede, verranno dagli stessi studenti inseriti nel database del sito www.reefcheckitalia.it, e saranno studiati dai ricercatori delle università di Genova, Politecnica delle Marche e Bologna, ideatori e referenti scientifici della Onlus.

“Gli scopi del progetto – conclude Mara Grossi, professoressa dell’Istituto Comprensivo Primo di Albenga – sono molteplici. Da una parte si vuole sensibilizzare la scolaresca che il mare è parte fondamentale del territorio ingauno, e come tale deve essere conosciuto, valorizzato, preservato. Dall’altra, con il coinvolgimento dei professori, i ragazzi si costruiranno i quadrati necessari per i censimenti, impareranno a usare il GPS e la bindella metrica per misurare la spiaggia. Uniranno cioè attività teoriche e pratiche, al fine di strutturare efficaci percorsi di apprendimento nell’ambito disciplinare (SAPERE), relazionale (essere) e metodologico operativo (sapere fare), come indicato nel nostro piano triennale dell’offerta formativa”.

Il progetto dell’unità didattica di apprendimento si svolgerà nelle classi prime della scuola secondaria di primo grado “Mameli-Alighieri”, parte facente dell’I.C Albenga 1.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.