Ce l'ha fatta!

Studentessa investita a Vado Ligure, si è ripresa la 16enne Giorgia Ferrando

Tanti i messaggi su Facebook indirizzati alla giovane di Vado Ligure rimasta in coma farmacologico dopo il terribile investimento

furgone incidente Valle Vado

Vado Ligure. Grande felicità di familiari, parenti e amici. Giorgia Ferrando, la ragazza investita da un furgone a Vado Ligure il 31 agosto scorso, si è ripresa e oggi su Facebook ha dato, a suo modo, un saluto a tutti per dire “Sono tornata”. Tanti i messaggi su Facebook: “Bentornata!”, “Ma sei troppo forte!!!! Grandissima Giorgiaaaaaaaa”, “E’un felicissimo ritorno stellin!” e numerosi post che hanno invaso la sua bacheca.

“Ben tornata amore mio!”, è stato il commento del papà che in questi mesi ha vissuto, assieme a tutti i familiari, momenti drammatici per le sorti della giovane di Vado Ligure, che era stata portata all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure in condizioni disperate. Un lungo e angosciante periodo ricoverata presso la Rianimazione del nosocomio pietrese per il trauma cranico, toracico e per le lesioni interne riportate nel tremendo urto con il mezzo, con il coma farmacologico. Poi la progressiva ripresa della 16enne, una evoluzione sempre più positiva del quadro clinico e delle sue condizioni di salute, che oggi le hanno permesso di riapparire sui social e comunicare il suo “ritorno”.

Generica

La ragazzina era stata investita nella frazione Valle di Vado, all’altezza della Soms Pace & Lavoro, in via Piave. La giovane, studentessa del liceo artistico Martini di Savona, stava attraversando la strada a piedi, a breve distanza da un suo amico, anch’egli minorenne. Il ragazzino era stato solo sfiorato dal furgone, che invece aveva centrato in pieno la giovane, sbalzata a terra dopo il violento impatto.

La 16enne ha reagito al meglio agli interventi chirurgici ai quali è stata sottoposta e fortunatamente il periodo di coma farmacologico non ha creato danni permanenti. Naturalmente Giorgia Ferrando dovrà rimanere ancora sotto stretta osservazione medica per i postumi dell’investimento e del lungo periodo di ricovero al Santa Corona, sottoposta alle cure dello staff medico del nosocomio pietrese. Ancora in convalescenza, ma il peggio per lei è ormai alle spalle.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.