Referendum, si è aperta la campagna unitaria del Centrodestra per il NO - IVG.it
Fronte compatto

Referendum, si è aperta la campagna unitaria del Centrodestra per il NO

Vaccarezza: "Il risparmio promesso non è che irrisorio, al contrario di quanto vorrebbero farci credere, a fronte del caos che si verrà a creare"

Vaccarezza Toti comitato No

Liguria. “La Riforma costituzionale su cui siamo chiamati a esprimerci ha l’amaro sapore del ritorno al passato. Siamo di fronte a un provvedimento confuso che non andrà a toccare il Governo, i suoi ruoli o i suoi privilegi, ma democrazia e le autonomie locali”. Con queste parole il Capogruppo di Forza Italia in Regione Liguria, Angelo Vaccarezza commenta l’apertura del tour “La Liguria dice NO” che si è svolta a Sanremo.

Una giornata intensa, ricca di dibattito a cui erano presenti diversi membri della Regione Liguria, compreso il Presidente Giovanni Toti. “Il Senato sarà composto da Sindaci e Consiglieri Regionali scelti dai partiti. L’esempio lampante – continua Vaccarezza – arriva dalle Province che sono state trasformate in enti non più in grado di dare risposte ai cittadini. E tutte le politiche regionali per difendere le nostre aziende? Che fine faranno? Con una crisi così profonda che colpisce tutti i settori dell’economia ligure, come potremo intervenire a tutela del futuro nostro e dei nostri figli? Regioni e Comuni conteranno sempre meno diventando spettatori impotenti dell’impoverimento del territorio”.

“Sono questi i presupposti corretti per una riforma costituzionale? Non credo. Il risparmio promesso non è che irrisorio, al contrario di quanto vorrebbero farci credere, a fronte del caos che si verrà a creare. Questa riforma non cambia niente in termini di efficienza e risparmi, ma è pericolosa – conclude il Capogruppo di Forza Italia – riduce gli spazi di democrazia a tutto vantaggio di una sola persona, a tutto vantaggio di un solo partito”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.