IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stagione penalizzata a giugno dal meteo, Oneglio (Fiba balneari): “Ora pensiamo ad “allungare” l’estate”

Il ritorno a scuola degli studenti a metà settembre compromette l'andamento dell'industria turistica in Riviera

Savona. Una stagione penalizzata dal clima di giugno, che ha ripreso a camminare a luglio e agosto, ma che a settembre è finita per via del ritorno a scuola dei ragazzi a metà mese. La parola d’ordine per Gianmarco Oneglio, membro regionale della Fiba Balneari che si occupa della Riviera è “destagionalizzare” che “non deve più restare una una chiacchiera qui in Riviera dove il turismo è la prima industria e va sostenuta”. Rispetto all’anno scorso ci sono stati meno arrivi nelle strutture balneari. Costi elevati dell’autostrada per raggiungere le località balneari, linea ferroviaria inadeguata hanno tenuto lontane le famiglie che comunque sono ancora gravate dalla crisi economica.

Ma Oneglio, e con lui gli altri imprenditori balneari, sostengono anche che la stagione è troppo corta e il caso va affrontato una volta per tutte con criterio e soluzioni in tempi brevi: “Il 30 settembre la stagione finisce, ma si apre quella elioterapica. Gli stabilimenti balneari restano aperti garantendo il presidio sul territorio, ma senza bagnini che assicurano la sorveglianza in mare”. Non saranno neppure noleggiati pedalò e pattini. Il concessionario tuttavia dovrà garantire una struttura aperta anche per i disabili, ma di fatto la stagione balneare anche quest’anno è stata accorciata.

Dunque la scelta di far tornare a scuola i ragazzi il 14 settembre quando il clima consentirebbe di allungare la stagione fino ad almeno il 30 settembre è deleteria. Situazione incomprensibile che dovrà sarà oggetto di confronto con la Regione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.