Arte

E’ savonese il baby-prodigio della ceramica: il 12enne Marco Siri è il più giovane ad “Argillà 2016”

Le opere del giovanissimo artista saranno esposte all'interno dello stand del maestro Carlo Bernat

marco siri

Albissola Marina. Ci sarà anche il giovanissimo ceramista savonese Marco Maria Siri, con le sue opere, a Faenza per “Argillà 2016”, mostra mercato della ceramica artistica “gemellata” con Aubagne in Francia e con Argetona in Spagna e appuntamento di riferimento dell’artigianato ceramico contemporaneo internazionale.

Tra i 250 espositori selezionati da tutto il mondo, infatti, c’è anche Carlo Bernat, maestro del piccolo Marco di cui ospiterà le opere nel suo stand. Marco, dall’alto dei suoi 12 anni, sarà in assoluto il ceramista più giovane della manifestazione.

Nato a Genova nel 2004, ha iniziato a lavorare la ceramica alla tenerissima età di due anni e mezzo, proprio sotto la guida del Maestro Carlo Bernat con il quale espone i suoi lavori dal 2012 in contesti nazionali ed esteri. A otto anni inizia a dedicarsi alla lavorazione al tornio che gli permette di creare piatti, vasi, bottiglie e ciotole che poi decora con smalti policromi. A luglio 2016 Siri ha realizzato i tre piatti per il Premio Letterario Spiragli di Poesia con conseguente esposizione e consegna delle opere presso l’Antiga Audiencia di Tarragona.

Non solo ceramica, però, nella vita di Marco, che coltiva anche altre passioni come lo studio delle lingue (tedesco e inglese) o il nuoto. Un artista a tutto tondo, il 12enne, che da un anno studia anche musical: insieme ai suoi compagni, i “Nati da un Sogno”, ha già vinto due concorsi a livello nazionale a Milano e Firenze.

Più informazioni
leggi anche
nicoletta negro
Arte
Albissola, la ceramica “di coppia” va in scena a Faenza nella mostra-mercato “Argilla 2016”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.